Il sindaco di Roscigno Pino Palmieri ha emesso un’ordinanza più specifica e regina sugli spostamenti che avvengono sul territorio comunale invitando i cittadini a “restare a casa” in questo periodo di emergenza sanitaria in cui c’è bisogno di contrastare la diffusione del Coronavirus.

Il primo cittadino ha vietato: l’accesso per il soggiorno nel territorio di Roscigno per tutti coloro che provengono da altri comuni senza autorizzazione del Comune; la discesa da mezzi pubblici di tutti coloro che provengono da altri comuni e che non siano residenti a Roscigno, tranne che per esigenze lavorative; la circolazione di persone su tutto il territorio comunale, tranne che per comprovate esigenze.

Inoltre, sono sospese, fino al 3 aprile, tutte le attività edilizie relative a cantieri pubblici e privati, tranne che in caso di urgenza, dopo averne fatto richiesta all’Ufficio Tecnico Comunale.

La trasgressione delle nuove regole elencane nell’ordinanza sindacale sarà punita ai sensi dell’articolo 650 c.p. e sarà irrogata una sanzione amministrativa.

Il sindaco Palmieri ha inoltre messo a disposizione, per le persone in quarantena, il proprio personale per ogni esigenza di approvvigionamento di beni di prima necessità, mentre per ogni esigenza di natura sanitaria basterà rivolgersi al medico di base.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*