In questi giorni di incertezza e di misure straordinarie che stanno cambiando le abitudini degli italiani, in tanti si interrogano sulle regole di convivenza da adottare nei confronti degli animali, membri della famiglia.

Per questo, oltre ad aver attivato un front desk con numero speciale (06/4461325 – sabato e domenica, per emergenze contattare il numero 320/4792598 ) a cui rivolgere domande e segnalazioni, Lega Anti Vivisezione risponde ai dubbi più frequenti di chi vive con degli animali, o se ne prende cura in strutture come canili, rifugi o colonie feline.

Di seguito, un primo elenco a cui potranno seguire integrazioni e aggiornamenti, in base all’evoluzione del contesto che stiamo vivendo.

  • Gli animali trasmettono il virus?

No. Lo affermano tutti gli organismi sanitari. Sono membri della famiglia e vi aiuteranno con il loro affetto anche in questo momento difficile.

  • Posso portare fuori il cane?

Sì, nelle vicinanze della tua abitazione e per il tempo necessario. Consulta QUI le regole per gli spostamenti.

  • I gattili/canili possono non accogliere più animali?

No, è un servizio previsto per Legge, per cui non si può fermare l’attività di ricezione/conferimento nei casi di abbandoni e sequestri. Ovviamente ciò deve avvenire nel rispetto delle misure sanitarie adeguate.

  • Le gattare possono continuare a accudire i gatti?

Sì, anche se la colonia non è registrata. Si tratta di una attività indispensabile a garantire la vita e la salute e le condizioni di sopravvivenza degli animali e dunque è una azione necessitata

  • Accudisco una colonia felina in un Comune vicino al mio, posso muovermi?

Sì, riempiendo l’autodichiarazione. Puoi farlo anche se la colonia non è registrata, perché il principio è quello della tutela degli animali, a prescindere. Ricorda che si tratta di una dichiarazione personale, compilata sotto la propria responsabilità, consci che dichiarazioni mendaci al pubblico ufficiale sono sanzionate in base all’articolo 495 del Codice penale.

  • Devo far operare il mio cane o il mio gatto da un veterinario. Posso portarlo?

Sì, riempiendo l’autodichiarazione. Ricorda che si tratta di una dichiarazione personale, compilata sotto la propria responsabilità, consci che dichiarazioni mendaci al pubblico ufficiale sono sanzionate in base all’articolo 495 del Codice penale. È comunque sempre bene farsi trasmettere un certificato dal veterinario e portarselo dietro insieme all’autocertificazione.

  • Il mio cane o il mio gatto hanno bisogno di cibo veterinario specifico, ma non lo trovo nel mio Comune. Posso acquistarlo in un altro?

Sì, riempiendo l’autodichiarazione. È comunque sempre bene farsi trasmettere il certificato veterinario e portarselo dietro insieme all’autocertificazione. Ricorda che si tratta di una dichiarazione personale, compilata sotto la propria responsabilità, consci che dichiarazioni mendaci al pubblico ufficiale sono sanzionate in base all’articolo 495 del Codice penale.

  • Una mia amica anziana sta finendo il cibo per i suoi cani e gatti e lei non esce da casa. Posso aiutarla?

Sì, ricordati di osservare le corrette norme di comportamento e di lavarti le mani dopo la consegna.

  • Sono volontario in un canile situato in un altro Comune. Posso raggiungere il canile?

Sì, riempiendo l’autodichiarazione. Ricorda che si tratta di una dichiarazione personale, compilata sotto la propria responsabilità, consci che dichiarazioni mendaci al pubblico ufficiale sono sanzionate in base all’articolo 495 del Codice penale.

  • Possono essere differite le attività di affido degli animali da parte di canili sanitari e rifugio?

Salvo esigenze inderogabili per il benessere degli animali, con assunzione di responsabilità da parte del titolare dell’attività, sì per un periodo fino a trenta giorni a partire dal 2 marzo a stabilirlo è la circolare del Ministero della Salute.

  • Possono essere interrotte le catture dei cani vaganti e il recupero di cani e gatti e altri animali feriti?

No, lo chiarisce la circolare del Ministero della Salute. L’accudimento degli animali nelle strutture di ricovero deve essere garantito? Sì, è un’attività indispensabile per garantirne le condizioni di sopravvivenza.

  • Avevo programmato la vaccinazione del cane o del gatto. Il veterinario la deve fare o la può rinviare?

La Federazione Nazionale degli Ordini Veterinari Italiani, l’11 marzo ha invitato a “limitare l’attività professionale alle situazioni di emergenza e improcrastinabilità rinviando vaccinazioni, visite di routine , diagnostica e chirurgia non urgenti.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*