Ho avuto oggi un colloquio con il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in relazione al previsto esodo verso la Campania del 4 maggio e giorni successivi. Ho espresso fortissima preoccupazione rispetto al fatto che arrivi di massa e controllati possono determinare espansione del contagio e vanificare i sacrifici fatti per due mesi dai nostri concittadini. Ho chiesto al Ministro che il Governo nazionale ribadisca che gli arrivi da altre regioni dovranno essere motivati da ragioni di lavoro o sanitarie e comunque autocertificati“. E’ quanto affermato in una nota stampa dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

In Campania rimarrà fermo l’obbligo, per chiunque provenga da un’altra regione, di segnalare all’Asl di competenza il proprio arrivo, così da poter procedere a controlli nel 15 giorni successivi.

Invito fin d’ora i sindaci a segnalare alle Asl e alla Regione gli arrivi nell’ambito dei propri territori – afferma il Governatore De Luca –. E’ una funzione essenziale per consentire di tenere la situazione epidemiologici sotto controllo.

Il Presidente della Campania ha sottolineato infine che saranno mantenuti i controlli preventivi nelle stazioni ferroviarie e analoghi controlli sono stati richiesti al Ministro per i caselli autostradali e nelle stazioni di partenza.

– Paola Federico –

2 Commenti

  1. Ottima decisione del nostro governatore De Luca gli altri facciano quel che vogliono, l’unica cosa on d’accordo le autocertificazioni .sono un muratore se esco col furgone 6 volte x procurarmi il materiale x lavorare drvo scrivere tutto il giorno basta una la mattina dichiarando il cantiere,poi la sanificazione del mio furgone in ‘altro furto ,fove prendiamo i soldi x farla.mandataceli voi il resto grande ammirazione x il nostro governatore.sono di Padula…..buon tutto!!!

  2. Rino Mariniello says:

    Ma a cosa serve essere chiusi con le regioni limitrofe se hanno una situazione migliore della nostra dal punto di vista dei contagi. Vogliamo
    fare una confederazione di piccoli territori. Dare impegni ulteriori alle forze dell ordine per controllare le certificazioni se varchiamo i confini che sono a pochi chilometri. Creiamo ulteriori rancori alle persone che comunque hanno legami
    di ogni genere. Questa è una norma da cancellare al più presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*