La settimana appena trascorsa in zona gialla ha visto le Forze dell’Ordine impegnate in una continua attività di controllo del territorio della provincia di Salerno in quanto, se è pur vero che il numero dei contagiati, grazie ai vaccini e ai comportamenti osservanti le norme, sta diminuendo in maniera consistente, il buon senso ed il rispetto per la salute pubblica impongono di non lasciarsi andare ad atteggiamenti irresponsabili e dannosi.

In tale ambito operativo, la fattiva collaborazione intercorsa tra la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza, ha consentito, anche grazie al contributo offerto dagli equipaggi della Polizia Locale, della Polizia Provinciale e dell’Esercito Italiano, di dare piena attuazione all’ordinanza disposta del Questore della Provincia di Salerno, d’intesa con i Comandanti Provinciali dei Carabinieri e della Finanza.

Al termine dei servizi effettuati, in particolare nei pressi dei luoghi dove sono maggiori i rischi di possibili affollamenti e finalizzati al rispetto delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19, sono stati conseguiti i seguenti risultati: 5.668 persone controllate; 3.480 veicoli controllati; 959 esercizi pubblici controllati; 14 persone sanzionate per mancato uso della mascherina e per violazione del coprifuoco; un titolare di esercizio pubblico sanzionato per aver violato il divieto di somministrazione oltre l’orario consentito.

In particolare, nel centro storico di Salerno, un noto pub intorno alla mezzanotte continuava a servire bevande alcoliche ai tavoli. Il titolare è stato multato per aver trasgredito il divieto di somministrazione di bevande ed alimenti oltre l’orario consentito. Nella stessa zona dopo la mezzanotte è stato necessario l’intervento della volante della Polizia di Stato a seguito di una lite tra alcuni giovani, tre dei quali per le contusioni riportate sono ricorsi alle cure dei sanitari e sono stati medicati e giudicati guaribili in pochi giorni. La squadra mobile sta ricostruendo l’episodio e seguirà una dettagliata segnalazione alla locale Procura della Repubblica. Tutte le persone coinvolte saranno anche sanzionate per aver violato il coprifuoco.

Il prolungamento dell’orario serale ha fatto registrare un aumento di persone negli spazi esterni dei locali dediti alla ristorazione e nei pressi di bar. In tali luoghi si è concentrata maggiormente l’attività di prevenzione degli operatori anche in vista dell’approssimarsi del passaggio alla zona bianca. Le Forze dell’Ordine, dunque, continueranno ad assicurare la tutela e la salvaguardia della salute pubblica, confidando nello spirito civico e nel senso di responsabilità dell’intera popolazione in modo da contribuire fattivamente ad una reale diminuzione dei contagi.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano