Dopo aver emanato l’ordinanza n.79 che tra le varie nuove disposizioni contiene la chiusura delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie su tutto il territorio regionale, fino al 30 ottobre prossimo, il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha voluto sottolineare e portare a conoscenza della comunità alcuni dati che dovrebbero rafforzare la scelta presa.

Ritengo opportuno  ricordare i dati a me comunicati dalla task force regionale – dichiara il Presidente De Luca -. Oggi, 15 ottobre, i tamponi positivi registrati in Campania sono stati 1.127 su 13.780, pari all’8,1% rispetto al 7,1% di ieri.

Per quanto riguarda il mondo della scuola, si legge nel comunicato della Regione Campania ecco i dati riferiti a Napoli e Caserta:








  • Asl Napoli 1: contagiati 120 tra alunni e docenti;
  • Asl Napoli 2: contagiati 110 tra alunni e docenti;
  • Asl Napoli 3: contagiati 200 alunni e 50 docenti, con circa 70 casi connessi;
  • Asl Caserta: contagiati 61 tra alunni e docenti.

Decine di questi contagi sono contatti diretti – afferma infine De Luca –, e sono stati rintracciati attraverso il contact tracing“.

– Paola Federico –


  • Articolo correlato

15/10/2020 – Covid in Campania. Scuole chiuse fino al 30 ottobre e ulteriori limitazioni a feste e a vendita con asporto

Un commento

  1. Joe Leenar says:

    A questo punto, una domanda sorge spontanea: se le scuole con alti numeri di contagiati risiedono a Napoli e Caserta, perché non chiuderle soltanto in queste due città e lasciare aperte le sedi scolastiche di Avellino, Benevento e Salerno?

    “Mi chiedo spesso perché il mondo intero sia così incline a generalizzare. Le generalizzazioni sono raramente vere, e di solito sono assolutamente imprecise.”
    (Agatha Christie)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*