Emergenza idrica nelle zone periferiche, scatta l’esposto alla Procura.

Accade a Campagna dove a partire da giugno e per tutto il periodo estivo, i rubinetti dei residenti delle frazioni di Puglietta, Carpella, Serradarce, Camandoli e San Zaccaria, sono rimasti senz’acqua per lunghe ore del giorno.

Tanta la rabbia e l’indignazione dei cittadini costretti a subire il grave disagio idrico, avvertito soprattutto dalle aziende agricole e dagli allevamenti. A raccogliere e segnalare il problema della carenza idrica, è il responsabile del distaccamento provinciale delle guardie ambientali di “FareambienteCampagna, Giuseppe Amoruso.

A nulla è servito l’appello dell’amministrazione comunale che in un manifesto comparso per le strade del paese e sui social network, a luglio, ha annunciato che dal 29 giungo, la Comunità Montana Alto-Medio Sele e Tanagro ha concesso al Comune la gestione di 14 pozzi idrici per l’utilizzo futuro.

Così 306 cittadini hanno raccolto le firme e sottoscritto un esposto di 15 pagine, indirizzato alla Procura della Repubblica e alla Prefettura di Salerno, per segnalare il disagio divenuto ormai insostenibile in un paese che di acqua ne ha in abbondanza.

Mariateresa Conte 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.