Calcio. Il Valdiano vince contro la capolista Agropoli e torna a sperare nella salvezza





































In pochi avrebbero scommesso un centesimo sul Valdiano impegnato nel testa coda allo Stadio Guariglia contro la capolista Agropoli. Invece il team, caro alla presidente Barbara Aumenta Sabia e da qualche giornata guidato in panchina dal campione del mondo con l’Argentina nel 1986 Pedro Pablo Pasculli, è riuscito nell’impresa e lo ha fatto con Stephan Coquin, il quale nel primo dei 5 minuti di recupero concessi dal direttore di gara ha piazzato il calcio vincente sfruttando al meglio una rapida ripartenza e beffando nel modo più atroce l’Agropoli, apparso per larghi tratti del match molto impacciato e lento nel fraseggio.

Il Valdiano ha chiuso tutti gli spazi e ha colpito in modo letale proprio allo scadere. A dire il vero gli azulgrana hanno creato molti problemi ai ragazzi del tecnico dei “delfini” Gianluca Esposito, il quale è stato molto contestato dai tifosi di casa per le scelte fatte. Le ripartenze sono state il punto forte del Valdiano che ad inizio ripresa ha costretto l’Agropoli a rimanere in dieci per l’espulsione del portiere Capone, costretto ad uscire a valanga su Di Giacomo per evitare di capitolare.








Per l’estremo difensore è arrivata la doccia anticipata che ha costretto Esposito a fare una scelta forzata escludendo Manzillo per schierare il secondo portiere Russo. Nonostante l’inferiorità i “delfini” hanno provato a vincere e ci sono andati vicino con un palo colpito da Masocco e reclamando anche un penalty ma il Valdiano ha retto all’urto e dapprima ha colpito una traversa con Della Femina e poi all’86’ ha ristabilito la parità numerica in campo con l’espulsione per doppia ammonizione del difensore azulgrana. Coquin ha completato l’opera piazzando il colpo vincente al 91′ che regala tre punti pesanti agli azulgrana e rilancia in modo concreto le chance di riuscire a giocarsi i play out.

Con i 3 punti il Valdiano sale a quota 19 a meno uno dal Solofra e si lascia alle spalle Faiano e San Vito Positano a 17.

E la giornata delle sorprese non è finita: infatti anche il fanalino di coda San Vito Positano espugna il campo del Castel San Giorgio e lascia l’ultimo posto al Faiano che, però, dovrà recuperare la gara con la Battipagliese sospesa per vento.

Domenica proprio il Faiano renderà visita al Valdiano in una sfida che diventa fondamentale per continuare a sperare nella salvezza.

– Gerardo Lobosco –







































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*