Avevamo presentato richiesta di riduzione del 50% per la tassa regionale sull’annualità 2021/2022 come forma di risarcimento per la mancata attività venatoria a causa delle restrizioni dovute al contrasto del Covid-19 e la medesima riduzione della quota dovuta all’A.T.C.“.

Così il consigliere regionale della Lega, Attilio Pierro, annuncia come la Commissione regionale Agricoltura, Caccia e Pesca della Campania abbia bocciato l’emendamento.

In un primo momento avevamo avuto anche rassicurazioni sulla possibilità di riduzione del 30% – afferma Pierro – ma, evidentemente, nel collegato alla finanziaria qualcosa è cambiato”.

E ribadisce:“Occorre una forma di ristori per i tanti appassionati campani che non hanno esercitato attività venatoria nel 2020 e 2021. Ci attendiamo chiarimenti e risposte concrete dalla Regione alla nostra richiesta”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*