Saldate le porte d’ingresso del campo sportivo “Saverio Orlando” di Buonabitacolo: una decisione che giunge dal Commissario Prefettizio Raffaella De Asmundis e che mette off limits l’impianto.

Alla base della decisione, ci sarebbero le mancate certificazioni a livello sanitario degli spogliatoi e la pericolosità dei fari che necessiterebbero di un intervento di messa in sicurezza. Il campo sportivo è omologato ed agibile, insieme agli spalti e alla recinzione fino al 30 Ottobre 2019: a creare problemi, sarebbe quindi la necessità di piccoli accorgimenti.

Notizia poco positiva per il piccolo comune, dove ad essere compromesso, stavolta, è un luogo di svago ed aggregazione per i giovani del posto. Lo stesso campo sportivo, ospita una squadra di terza categoria, iscritta da qualche mese al campionato dopo l’ok ad usufruire dell’impianto concesso lo scorso anno dall’ex amministrazione Rinaldi. Il Buonabitacolo Soccer, ha dovuto ora individuare una soluzione alternativa per allenarsi. I componenti della squadra si alleneranno presso l’impianto sportivo di Casalbuono a spese proprie. Oltre alle spese del campo, inoltre, la squadra dovrà pagare le spese per il trasferimento da Buonabitacolo a Casalbuono.

Ci siamo messi a disposizione per pagare a spese nostre una società esterna, che effettui le certificazioni richieste, pur di rimanere qui a giocare – ha spiegato il Presidente della squadra Michele Grillo ma abbiamo ricevuto una risposta negativa, con una serie di scuse. Attualmente siamo senza un campo e stiamo giocando a spese nostre a Casalbuono. Siamo amareggiati“.

– Claudia Monaco –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.