Una ragazza di 17 anni ha riportato ustioni prossime al terzo grado ad una spalla causate dall’acqua bollente lanciatale su una spalla da un ragazzo. Il giovane, un 24enne, anche lui di Buonabitacolo ora rischia un processo per il reato di lesioni aggravate.

L’episodio è accaduto venerdì scorso all’interno di un locale pubblico del piccolo centro valdianese. La ragazza, stando alla ricostruzione dell’accaduto, era nel bar insieme ad alcune amiche quando il 24enne, per “scherzo”, ha riscaldato dell’acqua utilizzando l’erogatore di vapore della macchina per fare il caffè e dopo essersi avvicinato alla ragazza le avrebbe lanciato l’acqua bollente addosso all’altezza delle spalle. La giovane ha iniziato ad urlare per il dolore causato dalla scottatura ed è stata subito accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla dove i medici le hanno medicato l’ustione giudicando la stessa guaribile in 10 giorni.

La ragazza è tornata a casa ma le sue condizioni invece di migliorare sono peggiorate tant’è che ieri, in preda al dolore si è fatta nuovamente accompagnare al pronto soccorso del nosocomio di Polla. I sanitari hanno constatato che l’ustione causata dall’acqua bollente era peggiorata e dopo la medicazione è tornata a casa con una prognosi di 30 giorni. Sulla vicenda sono in corso le indagini da parte dei Carabinieri.

– Erminio Cioffi –


 

Un commento

  1. Giochi innocenti per bambini deficienti. Povera ragazza! Dopo la prognosi io farei la stessa cosa, mirando ad altro però!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*