Un’assoluzione e cinque rinvii a giudizio dopo l’udienza preliminare a carico di 6 indagati per episodi di bullismo all’interno della Scuola Elementare di Torrione a Salerno. A deciderlo, come si legge su “Il Mattino“, il Gup del Tribunale di Salerno Francesco Guerra che ha accolto in pieno la tesi della Procura.

Nell’anno scolastico 2017/2018, tre minori di una quinta sarebbero stati vittime di due compagni bulli. Addirittura uno dei tre, durante la lezione, fu aggredito da un bullo con una ginocchiata agli occhi e poi fu spinto violentemente a terra. In ospedale all’alunno furono riscontrati un trauma all’occhio destro e un trauma cranico. Ma gli episodi di bullismo documentati sono vari, tra cui pizzichi, spintoni, calci,  ritorsioni e minacce.

Assolta perché il fatto non sussiste l’ex Dirigente scolastica accusata di maltrattamenti mediante condotte omissive. A processo per la stessa ipotesi di reato quattro insegnanti che dovranno presentarsi in aula per la prima udienza il prossimo 7 luglio. A giudizio anche il padre del bullo che non avrebbe impedito gli atti di violenza perpetrati dal figlio nei confronti dei compagni di classe.

Secondo il Gup, dal dicembre 2017 al maggio 2018 l’ex Dirigente ha messo in campo tutti gli interventi per tentare di prevenire e risolvere la problematica, facendo tutto ciò che era nelle sue facoltà. Convocò diverse volte i docenti per garantire un supporto nella classe attraverso l’impiego in contemporanea di più insegnanti e furono organizzati incontri con il minore e i genitori, disponendone anche il temporaneo collocamento in un’altra sezione.

Ammessa anche l’istanza di citazione del Ministero dell’Istruzione come responsabile civile. Infatti, in caso di condanna, sarà il Ministero a risarcire il danno alle famiglie.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

20/10/2019 – Bullismo. Picchiano i compagni in una scuola di Salerno, rischiano il processo preside e maestre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*