Benedetta De Luca, giovane modella di Sala Consilina, oggi pomeriggio è stata ospite su Raiuno nel programma “Oggi è un altro giorno” condotto da Serena Bortone.

Nel programma di intrattenimento pomeridiano, Benedetta ha avuto modo di raccontare la sua storia e la voglia di abbattere i pregiudizi legati alla disabilità.

“La mia è una storia fatta di sfide da quando sono nata – ha detto Benedetta De Luca – vi ringrazio perchè essere qui è importantissimo ed è una grande opportunità per raccontare la mia disabilità”.

La Bortone ha poi sottolineato l’ironia della giovane: Nella vita ci vuole ironia – ha replicato Benedetta – fatta ovviamente con intelligenza e rispetto così riesco a trasmettere un messaggio forte come quello della disabilità. Qualcuno si offende per l’ironia, mi dicono che non bisogna scherzare sulla disabilità, non tutti capiscono che lo faccio per fare avvicinare il mondo della disabilità ai normodotati”.

Una storia, quella di Benedetta, fatta di sogni tenaci e positività nonostante la sua rara malattia, l’agenesia del sacro: “Anche una donna disabile può essere bella e desiderabile”.

“E’ una cosa negativa ma non troppo – ha detto della sua malattia – ad esempio quando ci sono le barriere architettoniche”.

Per quanto riguarda l’amore: “Mi capitava spesso di essere approcciata da qualche uomo ma quando mi vedono in carrozzina rimanevano sotto choc come se fosse quasi un peccato. Questa cosa all’inizio mi faceva male, cercavo di nasconderla, adesso no, fa parte di me e la mostro con orgoglio, ma quegli sguardi mi fanno ancora male. Sentimentalmente sono stata fortunata, non ho mai avuto problemi”.

C’è stato poi un collegamento con mamma Giovanna, prima alleata di Benedetta che ha sottolineato come “non bisogna arrendersi e lottare, è stato un cammino lungo e difficile ma Benedetta è una leader”.

La giovane è stata già ospite di altri programmi televisivi e ha calcato diverse prestigiose passerelle.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*