Il bambino di 11 anni travolto ieri mattina da una statua nel piazzale della chiesa di Sant’Alfonso a Padula, è fuori pericolo grazie all’ottimo lavoro svolto dai medici dell’ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno.

E’ stata una corsa contro il tempo quella dell’ospedale di Polla per la ricerca di un posto in un altro ospedale. Inizialmente la richiesta era stata fatta al Santobono di Napoli che aveva rifiutato il ricovero perchè non attrezzato per la chirurgia vascolare, rifiuto arrivato anche da un altro ospedale napoletano, il Cardarelli. Ad accettare il ricovero dell’undicenne è stato il “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” dove, grazie all’intervento di due équipe chirurgiche, è stata salvata la vita al bambino.

Arrivato a Salerno in eliambulanza nel pomeriggio di ieri, il piccolo è stato subito trasferito in sala operatoria dove l’anestesista Giovanna Colella ha provveduto alla stabilizzazione dei parametri emodinamici prima di poter effettuare l’anestesia. Si sono quindi alternate in sala operatoria due équipe, la prima di ortopedici formata dai dottori Pascucci, De Cicco e Labella e successivamente il dottor Antonio Rescigno, cardiologo vascolare. In questo modo l’equipe di chirurghi vascolari, composta dai dottori Accarino, Fornino Lao e Naddeo ha potuto scongiurare ogni pericolo.

Al termine degli interventi, tutti perfettamente riusciti, il bambino è stato trasferito presso la terapia intensiva del reparto di Cardiochirurgia dove è assistito dal dottor Massimo Simeone.

– Erminio Cioffi –


  • Articoli correlati:

17/10/2016 – Padula: fuori pericolo il bambino travolto da una statua mentre giocava in piazza

16/10/2016 – Padula: bambino travolto da una statua. Ricoverato in gravi condizioni


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.