La porta bruciata in più punti, i segni sul marciapiede e alcuni elementi che fanno pensare a una bottiglia incendiaria. Saranno le indagini a chiarire le vere intenzioni degli autori, o dell’autore, dell’atto vandalico che ha riguardato un’abitazione a Savoia di Lucania.

Nella notte tra venerdì e sabato un atto, che sarebbe di natura dolosa, si è registrato nella centralissima via Vittorio Emanuele e ha riguardato la proprietà di un magistrato in servizio al Tribunale di Potenza. Al momento dell’accaduto, presumibilmente verso le ore due di notte, nell’abitazione non c’era nessuno.

Un principio di incendio si è sviluppato sul marciapiede antistante l’abitazione e anche sul portone in legno, che è stato danneggiato. Fortuna ha voluto che la pioggia caduta nella nottata ha evitato ogni problema spegnendo il fuoco.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Vietri di Potenza, competenti per territorio, che hanno avviato gli accertamenti e le indagini per risalire e dare un’identità agli autori di quanto accaduto.

Un fatto che a Savoia di Lucania ha destato qualche preoccupazione. Le indagini sono in corso e si sta cercando di capire se quanto accaduto potrebbe essere riconducibile all’attività professionale del magistrato o se si tratta di una bravata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.