È stato pubblicato ieri sul Burc (Bollettino Ufficiale Regione Campania) il Piano operativo annuale di promozione dell’attività cinematografica e audiovisiva per l’anno 2021 che ha una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro ed è articolato, come negli anni precedenti, in tre sezioni principali: opere audiovisive, con un budget di 2 milioni e 250mila euro; promozione della cultura cinematografica e audiovisiva, con 1 milione e 250mila euro; sostegno all’esercizio, con 1 milione di euro. La data di scadenza per la presentazione delle domande è fissata in 45 giorni dalla pubblicazione sul Burc.

Anche quest’anno, come nel 2020, il Piano Cinema intende dare risposte concrete per sostenere il comparto regionale dell’audiovisivo nel superamento della crisi che, a causa della pandemia, ha investito il tessuto delle piccole imprese di produzione campane, delle attività di promozione, costrette a riorganizzarsi radicalmente per le misure di contenimento del contagio, e delle attività delle sale cinematografiche, costrette a un lungo periodo di chiusura nonché a una faticosa riapertura che è tuttora priva di certezze di continuità.

Gli uffici della Direzione generale Cultura hanno lavorato per anticipare la pubblicazione del bando entro la primavera (le risorse solitamente arrivavano ad agosto) grazie al lavoro svolto congiuntamente con la Film Commission Regione Campania, cui è stata affidata l’esecuzione dell’avviso pubblico.

Da quest’anno le domande possono essere presentate esclusivamente sulla nuova piattaforma digitale Piano Cinema Campania disponibile sul sito http://www.pianocinemacampania.it. La Campania è la prima regione del Centro-Sud Italia a dotarsi di un’applicazione web interattiva dedicata alla concessione di contributi per il settore audiovisivo. La piattaforma consentirà di gestire in maniera efficiente le informazioni e la documentazione da presentare, indirizzando i soggetti proponenti in tutte le fasi di compilazione e caricamento di documentazione per una corretta presentazione delle domande.

La piattaforma è stata sviluppata dalla Film Commission Regione Campania, in collaborazione con gli uffici regionali, e realizzata da PA Advice, società campana leader nella progettazione di soluzioni informatiche e digitalizzazione dei processi per la pubblica amministrazione in Italia.

Analizzando il riparto delle risorse, è stata confermata una dotazione finanziaria di 800mila euro per lo sviluppo di opere audiovisive, la più alta fra i fondi regionali italiani, riservata alle società con sede in Campania, per consentire alle produzioni campane di investire nella cura della qualità dei progetti e renderli più competitivi sui mercati nazionali e internazionali, ma anche di dare respiro alla creatività e incentivare l’attenzione delle produzioni verso i giovani talenti. Confermata anche la dotazione di 1,2 milioni di euro per la produzione di opere audiovisive e di 250mila euro per la distribuzione e auto-distribuzione di opere prodotte e realizzate in Campania.

Per le attività di promozione oltre alla dotazione finanziaria di 1 milione e 50mila euro destinata a festival, rassegne e premi, è stato confermato l’investimento di 200mila euro per i progetti di alfabetizzazione al linguaggio audiovisivo da realizzarsi in partenariato con le scuole di ogni ordine e grado, gli atenei e altri enti pubblici e privati attivi in questo campo. Per incentivare le sale cinematografiche alla riapertura è stata infine confermata la dotazione di 1 milione di euro con il meccanismo automatico di assegnazione dei contributi e un incremento degli importi che premierà prioritariamente le sale da 1 a 7 schermi.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*