L’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani-ANCI e Legambiente promuovono il “Premio Angelo Vassallo” come occasione per ricordare il sindaco di Pollica ucciso il 5 settembre 2010 e per mantenere vivo il suo impegno nella lotta alle pratiche illegali e le sue azioni a tutela dell’ambiente impostate allo sviluppo e alla valorizzazione dei territori in un’ottica di sostenibilità e di promozione della cultura della legalità. Il premio vuole essere uno dei veicoli per la diffusione di buone pratiche che hanno adottato un modello di sviluppo del territorio mirato alla tutela dell’ambiente, al consumo di suolo e alla trasparenza nelle procedure della pubblica amministrazione

Possono concorrere tutti i Comuni con popolazione non superiore ai 15.000 abitanti, singoli o associati, che abbiano realizzato dei progetti di tutela e promozione del territorio mirati allo sviluppo locale, al rispetto e alla valorizzazione dell’ambiente all’insegna della trasparenza amministrativa. I Comuni interessati a partecipare dovranno inviare la documentazione richiesta entro e non oltre il 25 settembre all’indirizzo e-mail premiovassallo@anci.it o via fax al numero 06/68009309. In particolare, dovrà pervenire una relazione contenente la descrizione del progetto realizzato e dell’impatto sul territorio di riferimento, l’indicazione delle persone coinvolte nella fase di realizzazione del progetto, la motivazione per la quale si ritiene che il progetto sia da legare alla figura di Angelo Vassallo, che il progetto sia innovativo e possa contribuire allo sviluppo del territorio locale.

I progetti saranno esaminati da una Commissione appositamente costituita, composta da un delegato ANCI alla Sicurezza e Legalità, il Coordinatore Nazionale ANCI Piccoli Comuni, il Segretario Generale ANCI, ANCI Campania, Legambiente, Antonio Vassallo, figlio di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica Stefano Pisani, Slowfood Italia, Libera e Federparchi.

Il primo premio consiste in uno spazio dedicato sui canali informativi Anci e sul mensile “La Nuova ecologia” di Legambiente del Comune e del progetto valutato positivamente, una targa commemorativa, un campo di volontariato dedicato alla legalità organizzato nel Comune vincitore insieme ai giovani del luogo in collaborazione con Legambiente e Libera e realizzato grazie al contributo di Enel Green Power.

– Chiara Di Miele –


 

 

4 Commenti

  1. Emiliano says:

    No ma che stai dicendo…qui bisogna incrementare le aree PIP, e costruire più capannoni possibili e tagliare più alberi perché pericolosi ed inutile intralcio allo sviluppo economico del Vallo.
    Ma dove vivi amico, è l’industria il futuro del Vallo, e magari pure un paio di pozzi petroliferi.
    Ciao.

    • massimo lorenzi says:

      Esimio signore,

      Dopo aver letto più volte le sue affermazioni,

      inerenti la concezione di sviluppo di un

      territorio, sono giunto alle seguenti

      conclusioni:

      o ha assunto sostanze dagli effetti strabilianti

      e psichedeliche, ed in tal caso la giustifico, in

      caso contrario fossi il lei mi preoccuperei.

      • Emiliano says:

        Esimio,
        la mia era ironia.
        Si preoccupi per il fatto che lei non riesce a capirla.
        Legga un po’ di più, magari qualche libricino per le vacanze dei bambini, o che so, un Topolino ogni tanto.
        Di sicuro l’aiuterà a capire un semplice testo scritto sul web, senza dover ricorrere a sostanze allucinanti e/o psichedeliche, che di sicuro nel suo caso gioverebbero a smuovere qualche neurone ancora vigile.

        La saluto cordialmente.

  2. Ottima iniziativa spero che Teggiano possa partecipare a questo concorso se non quest’anno almeno l’anno prossimo, sarebbe una prova inconfutabile per l’amministrazione di voler cambiare rotta e soprattutto di puntare sulla valorizzazione dell’ambiente,l’unica vera fonte di progresso economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*