Nella notte a Padula, durante una serie di servizi per contrastare lo spaccio di stupefacenti nel Vallo di Diano, i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva, hanno arrestato due giovani del posto, di 18 e 20 anni, per detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti, sequestrando un fabbricato allestito come laboratorio di preparazione e ripartizione delle droghe.

I militari del Nucleo Operativo, dopo operazioni di osservazione e controllo di località isolate, hanno fatto irruzione all’interno di un casolare abbandonato nelle campagne vicine al centro abitato di Padula, in località Fiumicello, e hanno sorpreso i due giovani, di cui uno incensurato e l’altro già noto alle forze dell’ordine, che avevano allestito una “centrale” per la preparazione e la vendita al dettaglio delle sostanze psicotrope nell’edificio semidiroccato.

Sono stati trovati e sequestrati circa 140 grammi di hashish e marijuana già suddivisi in dosi, un bilancino elettronico di precisione, un grinder-tritaerba utilizzato per miscelare le droghe, 400 bustine in cellophane per il confezionamento, alcuni vassoi in acciaio per il taglio e 18 bustine di ketoprofene, sostanza precursore.

Gli arrestati sono stati successivamente condotti ai domiciliari.

– Chiara Di Miele –

 

 

 

  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano