Comincia domani, venerdì 21 agosto, con il live di Francesco De Gregori la XX edizione del festival di musica e cultura etnica “Negro“, dedicato quest’anno al tema “Radici – la musica dal futuro antico”, con un cartellone plasmato sulla rivisitazione di brani classici della musica italiana e popolare in chiave moderna e futuristica, con tante anteprime nazionali. Una location unica, nel cuore del Vallo di Diano, quella che ospita dieci concerti e tre dj set notturne, accanto ad attività di Speleotrekking, prodotti a base del raro Carciofo Bianco e tante mostre: le Grotte di Pertosa-Auletta. In un’atmosfera ancestrale che, come ogni estate da ben 20 anni, regala una coreografia spettacolare alle melodie degli muicisti ospitati dalla rassegna che prende il nome dal piccolo fiume che sorge e sparisce nell’antro, per poi gettarsi, dopo un breve tragitto, nel Tanagro.

Il trait d’union degli eventi, nei tre giorni, è quindi quello dell’unione tra tradizione e innovazione, in una fusione tra storia, memoria e sperimentazione musicale a cui sono chiamati tutti gli artisti. De Gregori, con il suo “Vivavoce” tour, apre la kermesse rivisitando, tra arrangiamenti inediti, 28 tra i più importanti e significativi brani del suo repertorio. Lo accompagnano Guido Guglielminetti (basso e contrabbasso), Paolo Giovenchi (chitarre), Lucio Bardi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino), Alessandro Arianti (hammond e piano), Stefano Parenti (batteria), Elena Cirillo (violino e cori), Giorgio Tebaldi (trombone), Giancarlo Romani (tromba) e Stefano Ribeca (sax).

Ad aprire il concerto del cantautore romano gli “Alti&Bassi” alle ore 22.15, un fenomenale quintetto di vocalisti che da un ventennio esegue, con le sole voci, le timbriche degli strumenti, interpretando brani trasversali ai generi, dal jazz alla classica, dal musical alla canzone italiana. Un omaggio alla voce, la cui magia si perde nella notte dei tempi.










Alle ore 21.30, per la rassegna “AntroExtra” nella pineta che porta all’ingresso della grotta, si comincia con la giovane emergente Flo, vincitrice del Premio Andrea Parodi di Cagliari, chiamata a presentare il suo repertorio, parte del quale cantato in catalano, “D’amore e di altre cose irreversibili”. Chiusura notturna con la Dj Set di Sismi.

Ingresso 10 euro (biglietto valido per le tutte e tre le serate). Inizio concerto alle ore 23.00 sul palco principale. Apertura botteghino ore 18.30 – apertura cancelli area concerto ore 20.00. 

– redazione –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*