Celebrazioni inedite e particolari a Vietri di Potenza per onorare il Patrono, Sant’Anselmo Martire, che si festeggia ogni prima domenica di maggio e seconda di luglio. A causa delle restrizioni per contenere il contagio da Covid-19, i vietresi hanno seguito tutte le celebrazioni della domenica da casa, grazie alla diretta organizzata sulla Pagina Facebook del Comune, nel programma messo in atto dall’Ente insieme alla Parrocchia San Nicola di Mira e Comitato Sant’Anselmo.

Nel tardo pomeriggio, dalle ore 19, la Santa Messa nella Chiesa Madre officiata da Padre Tommaso Luongo, con Padre Giuseppe Celli e Padre Roberto Vecchio. A conclusione della messa, gli agenti della Polizia locale hanno portato, insieme ai tre frati ed al sindaco Giordano, l’effige del Santo in Piazza del Popolo, con una breve processione, di poche decine di metri, partita dalla chiesa. Qui si è tenuta una benedizione di Padre Giuseppe, che ha pregato Sant’Anselmo di “essere liberati da ogni male e di proteggere tutti” ed ha fatto una benedizione per tutta la comunità. Poi un discorso del sindaco.

Questa emergenza ci ridimensiona e ci invita a riflettere sulla debolezza del genere umano ma contestualmente – ha dichiarato il sindaco Christian Giordanoci sprona ad immaginare e a costruire un mondo migliore a partire da nuove iniziative, idee, proposte che riguarderanno anche la nostra piccola comunità. L’emergenza e quindi l’assenza di tutti gli storici riti legati al nostro Santo Patrono è stata anche l’occasione per testimoniare un rinato attaccamento dei giovani di Vietri alla figura di Sant’Anselmo Martire”.

Infine il rientro presso la Chiesa Madre, dove il sindaco Giordano ha deposto la fascia tricolore sulla statua del Santo Patrono.È stato bello vedere i social – ha concluso il Sindaco – invasi da pubblicazioni di immagini di Sant’Anselmo, soprattutto da parte dei giovani”.

– Claudio Buono –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*