È stata consegnata questa mattina da parte del sindaco di Ruoti, Anna Maria Scalise, alla presenza del Capitano della Compagnia dei Carabinieri di Potenza Alberto Calabria, nelle mani del Maresciallo Capo della Stazione dei Carabinieri di Ruoti Pietro Lazazzara la targa al Merito voluta dall’Unione Province d’Italia e dall’ANCI Basilicata per ringraziare dell’importante lavoro e supporto che l’Arma ha dato nei confronti della comunità.

La consegna della targa al Maresciallo Capo è stata preceduta da un dialogo a più voci condotto dalla giornalista Veronica D’Andrea in diretta streaming sulla pagina social istituzionale del Comune, con l’intento di analizzare il profilo epidemiologico della Basilicata e nello specifico di Ruoti. Un confronto molto importante tra istituzioni civili e militari che ha permesso di far sentire ulteriormente la loro vicinanza alla comunità con la trattazione di argomenti come la gestione amministrativa in pandemia, la campagna vaccinale per gli ultraottantenni e le necessità a cui l’Amministrazione comunale ha dovuto e deve far fronte. Considerando le due ondate e l’approccio e l’evoluzione delle stesse, si è analizzata con il Capitano Calabria la gestione e la reazione da parte dei cittadini all’osservanza dei vari DPCM, ricordando che l’Arma dei Carabinieri è stata da sempre al loro fianco nel supporto morale e civile.

Sono stati e sono momenti complessi, anche di grande preoccupazione. A tal proposito è utile fare un distinguo tra prima fase e seconda fase. Abbiamo una grande responsabilità. Nella prima fase c’era anche la difficoltà della non conoscenza assoluta di questo virus che ha avuto una diffusione così celere che ci ha travolti con un lockdown totale, riuscire a portare avanti le questioni amministrative ordinarie, straordinarie ed emergenza non è certamente semplice – ha affermato il sindaco – A tal proposito abbiamo aperto il COC-Centro Operativo Comunale all’interno del quale abbiamo chiamato a partecipare tutte le figure preposte per poter rispondere alle esigenze dei cittadini, compreso il Maresciallo Capo Lazazzara con il quale eravamo e siamo in costante contatto. Non è stato facile ma cerchiamo di fare tutto il possibile perché siamo al servizio dei cittadini, sempre” .

L’attività dell’Arma ha un aspetto specifico, quello di vicinanza e assistenza alla popolazione, che non nasce con il Covid, ma con l’istituzione della Forza Armata, perché il nostro impiego, il nostro obiettivo non è solo quello di controllare il territorio, di sanzionare, ma di assistere e supportare la popolazione – ha dichiarato il Capitano Calabria –  Si pensi ai tanti casi di solitudine o di smarrimento a cui i miei carabinieri hanno fatto fronte, agli appelli che ci sono arrivati alla nostra centrale operativa dove, specie nella prima fase della pandemia, alcune persone non sapevano a chi rivolgersi per fare un tampone perché il medico non era raggiungibile oppure non riuscivano a fare la spesa per paura del contagio o per impossibilità a deambulare. E così come è giusto che sia, quando il cittadino non sa a chi rivolgersi, chiama il 112 ed è sicuro quantomeno di avere una risposta. Ragione per cui i presidi dell’Arma che sono dislocati nella maggior parte dei Comuni d’Italia hanno anche questa funzione, non soltanto di controllo del territorio ma di vicinanza emotiva alle persone”.

Io sono orgoglioso ed onorato di indossare questa divisa e per aver prestato servizio in questo periodo nuovo per tutti. Il popolo ruotese, per la gran parte, ha rispettato quelle che erano le regole imposte dal DPCM. Ringrazio di cuore per il gesto e il Sindaco per le sue parole nei miei confronti e posso dire che la collaborazione tra le istituzioni è l’unica arma che abbiamo per risolvere gli eventuali problemi che si presentano” ha detto il Maresciallo Capo Lazazzara in seguito alla consegna della targa.

– Chiara Di Miele –

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano