L’Università della Basilicata riporta a Potenza domani, martedì 21 settembre, la “Giornata del laureato” sul modello dei “Graduation day” dei college anglosassoni, al pari di molti altri Atenei italiani, con la consegna delle pergamene e il classico lancio in aria dei “tocchi”. L’iniziativa riprende dopo lo stop per la pandemia, proseguendo il percorso iniziato a giugno 2019 e quest’anno sarà dedicata ai laureati magistrali che nell’anno accademico 2019/2020 sono stati complessivamente 257 nella sede potentina e 136 in quella materana.

La Giornata del laureato – hanno spiegato il Rettore, Ignazio Marcello Mancini, e la Direttrice del Centro di Ateneo Orientamento Studenti, Ada Braghieritorna a Potenza e Matera non solo per celebrare il successo dei nostri studenti, ma anche come simbolo di ripresa delle attività di questa comunità in presenza dopo l’emergenza pandemica e gli sforzi fatti da tutto il personale dell’Unibas per continuare a garantire le attività didattiche e accademiche in questi difficili mesi. Si tratta inoltre di un evento dal forte valore identitario: anche per i nostri studenti la pandemia è stata uno scoglio difficile da superare e ci è sembrato giusto riprendere un’iniziativa dedicata interamente a loro e che, ancora una volta, li mette al centro della vita del nostro Ateneo. Il ringraziamento va quindi a tutta la comunità universitaria che sa sempre rendersi partecipe dei momenti significativi di questo Ateneo”.

Domani a Potenza alle ore 17.30 i laureati magistrali, dopo aver indossato il tradizionale tocco, si raduneranno nell’atrio antistante il Palazzo della Cultura (largo Pignatari), insieme ai rappresentanti di Senato Accademico, Consiglio di Amministrazione, Consiglio degli studenti, Prorettori e Presidenti dei Centri, per sfilare verso il Teatro Stabile. Il corteo sarà accompagnato dagli intermezzi musicali degli studenti del Liceo musicale “Walter Gropius” di Potenza e accolto in Teatro dal coro Unibas – Universa Musica. Alle ore 18 avrà inizio la cerimonia con i saluti istituzionali del sindaco di Potenza, Mario Guarente, del Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, del Presidente della Provincia, Rocco Guarino, del Prefetto del capoluogo lucano, Annunziato Vardè, del Presidente del Consiglio degli Studenti, Carmine Cisullo e del Rettore, Ignazio Marcello Mancini. Alle ore 18.30 il Presidente della Fondazione F.S. Nitti, Stefano Rolando, terrà una relazione sul tema “Rileggiamo oggi il dilemma provocatorio lanciato ai giovani meridionali un secolo fa da Francesco Saverio Nitti: ‘Briganti o migranti’“.

Gli accompagnatori dei laureati potranno seguire la cerimonia dalla sala consiliare della Provincia di Potenza. Il classico lancio dei tocchi, simbolo della chiusura del percorso accademico, avverrà in Piazza Prefettura intorno alle 19 e sarà seguito dal ritiro delle pergamene.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano