Il Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, interviene sulla linea ferroviaria ad Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria rispondendo all’avvocato Franco Maldonato di San Giovanni a Piro il quale in una lettera a lei indirizzata ha scritto “che un’ampia area ricadente nel Parco Nazionale del Cilento, Diano e Alburni per ospitare la nuova linea sarà interessata da una attività di escavazione per gallerie pari a circa 18.000.000 di m3”.

Maldonato ha sottolineato nella sua lettera “una palese incongruenza contenuta nel progetto per la nuova linea AV/AC Salerno-Reggio Calabria inserito nel Piano Nazionale per gli investimenti complementari al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (tratta Battipaglia-Romagnano-Praia a Mare, art. 4 comma 2 della Relazione Tecnica di accompagnamento). Con detto progetto è stata abbandonata l’originaria determinazione di ristrutturare e consolidare la tratta ferroviaria che si snoda lungo la dorsale tirrenica (Battipaglia-Sapri-Paola-Lametia-Reggio Calabria) e formulare opzione per una nuova tratta a monte della storica linea. Tale opzione contrasta in maniera plateale con la scelta green che il Governo ha rivendicato a giusto titolo negli interventi parlamentari e nel corso della relativa discussione come specifica connotazione del Pnrr“.

La von der Leyen ha risposto chiarendo che tutti i progetti del Ten-T devono essere sottoposti ai necessari studi di fattibilità, incluse le valutazioni di impatto ambientale, ed è necessario che vi sia la prova che non siano dannosi per la strategia sulla biodiversità europea o che non siano in grado di danneggiare gli oltre 2000 siti Natura già esistenti. “Il progetto in questione – spiega –non costituirà un’eccezione sotto tale profilo e sarà scrutinato con grande attenzione“.

Della linea AV tra Salerno e Reggio Calabria farà parte la tratta Battipaglia-Praia a Mare che interesserà anche il Vallo di Diano con la previsione di una stazione di fermata e che sta suscitando una serie di polemiche nelle ultime settimane per l’esclusione dal tracciato del territorio cilentano.

La Commissione europea – scrive ancora la von der Leyen a Maldonato – sostiene i piani del Governo italiano volti a migliorare la linea ferroviaria ad Alta velocità tra Salerno e Reggio Calabria iniziando con la sezione Battipaglia-Praia a Mare. La linea anzidetta è infatti una parte strategica di Ten-T, ossia il Network di Trasporti Trans-Europeo, corridoio Scandinavo-Mediterraneo e sarà utile a connettere in modo migliore il sud dell’Italia con il resto dell’Europa“.

Ogni progetto del Ten-T, dunque, dovrà rispettare l’ecosistema, compreso quello che interessa il territorio del Parco Nazionale. In caso contrario non verrà autorizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano