Sprechi e usi impropri impediscono l’utilizzo di acqua potabile a tutti i cittadini.

Il sindaco di Buonabitacolo, Elia Rinaldi, nella giornata di ieri, ha tenuto una riunione con i militari della locale stazione dei Carabinieri e gli agenti della polizia municipale per istituire una task force in grado di fronteggiare il problema degli sprechi idrici.

Le Forze dell’Ordine, a partire dalle prossime ore, perlustreranno le aree periferiche del paese, in particolare le zone di campagna, per individuare eventuali trasgressori.

Il primo cittadino ha anche fatto sapere che in giornata sarà pubblicata un’ordinanza contro gli sprechi e l’uso improprio dell’acqua, vietando l’innaffiamento di giardini, orti, il lavaggio domestico di auto e motoveicoli, il riempimento anche parziale di piscine, fontane ornamentali e vasche da giardino.

Ai trasgressori saranno applicate multe molto salate e nei casi di sottrazione dolosa di acqua, di derivazione abusiva, di manomissione o danni comunque prodotti alle condutture dell’ente, la penale supererà i cinquecento euro, oltre al rimborso delle spese eventualmente occorrenti per la riparazione del danno, le conseguenze civili e penali.

Una misura resasi necessaria a causa della precarietà che il servizio di fornitura subisce durante il periodo estivo, causando notevoli disagi ai cittadini e ai turisti.

“Non si tratta soltanto di rispettare un’ordinanza – ha precisato il primo cittadino Elia Rinaldi – ma di far valere il buon senso, poiché l’acqua è una risorsa importante che non va assolutamente sprecata”.

A questo proposito, il sindaco di Buonabitacolo ha già annunciato che a breve sarà organizzata una manifestazione per diffondere la cultura dell’uso responsabile dell’acqua e delle risorse naturali.

– redazione – 


 

Un commento

  1. che novità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*