Giovane scomparso a Buonabitacolo. Il padre: “Ho la speranza di riabbracciare mio figlio Antonio” Nuovo collegamento a "La Vita in Diretta" con una testimone che avrebbe avvistato il giovane



















 

Ho la speranza di riabbracciare mio figlio Antonio, sono certo che non ha compiuto nessun gesto estremo e che lui è da qualche parte, cerchiamo ancora”.

A dichiararlo è Giuseppe Pascuzzo, padre di Antonio Alexander, il 18enne scomparso ormai da una settimana a Buonabitacolo.






Sono ormai giorni di apprensione a Buonabitacolo dove le voci continuano a rincorrersi: una bravata o qualcosa di molto più serio?

Antonio, venerdì scorso, è uscito da casa dello zio, dopo aver cucinato un piatto che amava, wurstel e patatine e aver detto che usciva per comprare le sigarette. Un percorso, che il giovane effettivamente compie, come immortalato da un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso in un locale di Buonabitacolo e che riporta gli ultimi istanti prima della scomparsa. Mistero, ancora, sulla telefonata ricevuta dal giovane prima di uscire da casa e sul quale gli inquirenti mantengono il più stretto riserbo: la chiamata non sarebbe stata fatta nel territorio di Buonabitacolo. Il telefono risulta spento e non ci sono collegamenti attivi con altre schede sim. Mistero anche su quel pensiero angosciante affidato a Facebook un mese fa “Non merito di vivere”, indirizzato, si pensa, alla sua fidanzatina del Perù.

Escludo categoricamente un gesto estremo di Antonio – ha commentato il padre Giuseppe ad Ondanews – era un ragazzo che amava la vita, aveva dei progetti, amava aiutare il prossimo. Penso che quel messaggio sia stato un gesto solo per attirare l’attenzione”.

Diverse le voci, come la possibilità di essere finito in qualche giro poco raccomandabile.

Non escludo questa cosa – ha commentato il padre – era un ragazzo socievole e dato che era arrivato in Italia da poco, può essere che ingenuamente sia finito con qualche amicizia poco raccomandabile. Amava la compagnia ma il mondo non è sempre bello, purtroppo”.

Nel frattempo, le telecamere de “La Vita in Diretta”, programma di intrattenimento pomeridiano di Raiuno sono tornate oggi a Buonabitacolo, in un collegamento da località San Donato, dove si rincorrono le voci di un avvistamento qualche giorno fa da parte di una testimone, la signora Silvana. La donna ha raccontato, durante l’intervista, di aver visto il ragazzo sfrecciare in sella alla sua bici. Sfumata, invece, la speranza di un presunto avvistamento ieri, nel comune limitrofo di Sanza.

Alla diretta di Lucilla Masucci hanno preso parte il sindaco Giancarlo Guercio, il padre Giuseppe, gli amici e diversi cittadini.

Dallo studio, la criminologa Roberta Bruzzone, ha sottolineato come, molto probabilmente, sia collegato tutto all’ultima chiamata ricevuta dal ragazzo.

Le ricerche continuano con il supporto anche di un elicottero dei Vigili del Fuoco.

– Claudia Monaco –

 


– Articoli correlati –

11/04/2018 – “La Vita in Diretta” a Buonabitacolo e le ultime immagini di Antonio Pascuzzo prima della scomparsa

10/04/2018 – Nessuna traccia a Buonabitacolo del giovane Antonio Pascuzzo. Perlustrate le zone periferiche del paese

 

 























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*