Anche in piena emergenza Coronavirus il Centro Antiviolenza Aretusa di Atena Lucana, gestito da Differenza Donna, continua a fornire il suo prezioso supporto alle donne vittime di violenze e soprusi.

Sarà infatti possibile contattare il CAV h24, perchè ci sarà sempre un’operatrice pronta a rispondere. Come spiega la coordinatrice Katia Pafundiil Centro Antiviolenza Aretusa del Consorzio Sociale S10 gestito da Differenza Donna ha sempre lavorato a sostegno delle donne e anche se per qualche settimana lo ha fatto tramite smart working dal 15 aprile è di nuovo fisicamente aperto con gli orari di ufficio di sempre. Per raggiungerci sono attive anche altre modalità come l’utilizzo della mail scrivendoci al cavaretusa@gmail.com, tramite la nostra pagina Fb Differenza Donna e tramite Whatsapp“.

In un periodo caratterizzato dall’isolamento domiciliare sono numerose le donne costrette a restare in casa con i propri carnefici e in Italia è cresciuto in maniera allarmante il numero di casi di violenza tra le mura domestiche denunciati in queste settimane di emergenza socio-sanitaria. Al Centro Aretusa anche in questo mese alcune donne hanno chiesto aiuto ma, come sottolinea Katia Pafundi, “il numero di casi non è aumentato rispetto a quello che pensavamo. Le donne continuano a chiamare e noi continuiamo ad esserci con i nostri utili strumenti“.

Sosteniamo come abbiamo fatto sempre la necessità di spostare il maltrattante e non la donna con i minori  – continua – e il Ministero degli Interni ha sottolineato proprio questa possibilità soprattutto in questo momento di pandemia globale“.

E’ possibile rivolgersi al numero 0975/1966166 dalle 9 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19.00, h24 al Numero Verde 800.413.300 e via Whatsapp al 389/2080358.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*