Una vasta operazione finalizzata a prevenire gli illeciti in materia di caccia è stata svolta ad Eboli dal personale dell’Associazione Accademia Kronos di Salerno e dal Nucleo Guardie Zoofile dell’ENPA di Salerno a partire dalle prime luci dell’alba del giorno di apertura della stagione venatoria.

L’operazione ha coinvolto oltre 12 agenti e, grazie alle segnalazioni di alcuni cacciatori, ha consentito di accertare che numerose persone, incuranti della presenza di serre e di abitazioni, stavano esercitando la caccia ad una distanza inferiore ai 150 metri e anche all’interno di fondi chiusi, in particolare aziende agricole regionali.

Durante le attività di controllo gli agenti hanno verificato anche lo stato di detenzione di cani padronali e di quelli usati per cacciare. Sono state contestate sanzioni per diverse migliaia di euro per esercizio della caccia in fondo chiuso, mancata apposizione del microchip e violazioni alle norme che regolamentano l’attività venatoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano