I Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza, nel delicato periodo connotato dal protrarsi dell’emergenza epidemiologica, in tutt’uno con le quotidiane attività di controllo del territorio, sono sempre più concentrati nel monitoraggio del web, rivolgendo particolare attenzione a coloro che, anche a causa della maggiore permanenza negli ambienti domestici, sovente navigano nella rete per le più diverse esigenze risultando, pertanto, esposti a possibili contatti con malintenzionati, di cui potrebbero divenire vittime di reati informatici.

In tale ottica i Carabinieri hanno individuato e denunciato all’Autorità Giudiziaria 8 persone, tutte residenti in altre regioni, responsabili di truffa, frode informatica e sostituzione di persona, via web, ai danni di ignari cittadini.

Tra le persone truffate anche un uomo e un giovane, entrambi di Lauria.

Nel primo caso un 29enne, dopo avere posto in vendita un motore per una macchina agricola, mediante un’inserzione online, ha raggiunto un accordo con l’uomo di Lauria interessato, per l’importo di 1.500 euro. Il venditore, tuttavia, dopo avere ricevuto la somma di denaro, tramite bonifico, ha omesso la consegna del veicolo. Nel secondo caso, invece, un 32enne e un 46enne, dopo avere proposto online la vendita di una marmitta per moto e avuto contatti con il giovane del posto, interessato all’acquisto, lo hanno spinto ad effettuare un versamento di 250 euro a mezzo bonifico. La compravendita, però, non si è realizzata, tanto che l’acquirente non ha ricevuto quanto pattuito.

Vittima di truffa anche una giovane di Ruoti. In questo caso un 27enne e un 30enne, dopo avere pubblicato su un sito di shopping online un annuncio per la vendita di un cellulare ed essere stati contattati dalla ragazza interessata, si sono fatti accreditare la somma di 240 euro su carta prepagata, omettendo la spedizione del prodotto stabilito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*