Mi auguro che il Governo, anziché raccontare numeri a vanvera, si impegni affinché l’Aifa verifichi i vaccini Sputnik in tempi rapidi, non nell’arco di mesi“. Questo quanto affermato questa mattina dal Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso dell’inaugurazione dei Centri di vaccinazione per pazienti in dialisi dell’Asl Napoli 3.

Non siamo nell’ordinaria amministrazione, ma in guerra – sostiene De Luca – e poiché sono vaccini già somministrati a milioni di cittadini, si può tranquillamente testarne l’efficacia in un mese, non in 6. È quello che chiediamo a Governo e Aifa“.

L’appunto del Presidente della Regione nasce dall’affermazione del Presidente del Consiglio, Mario Draghi, che venerdì scorso, durante una conferenza stampa, ha spiegato che ci vorranno circa 4 mesi prima che Ema e Aifa autorizzino la somministrazione del vaccino russo Sputnik. Poche ore prima l’Unità di Crisi della Regione Campania aveva comunicato di aver concluso un pre-accordo attraverso cui si impegna ad acquistare le dosi russe e ad utilizzarle non appena arriverà l’ok dalle Autorità di farmacovigilanza europea e italiana.

Eppure Draghi ha rimarcato:”Attenzione a siglare questi contratti. C’è in gioco la salute degli individui. Dobbiamo sempre cercare il coordinamento europeo, poi se non c’è una soluzione, cercheremo un’altra strada“.

– Chiara Di Miele –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*