“Si rimodula l’accordo nazionale sui vaccini nelle aziende e, a livello territoriale, in Campania, Cgil Cisl e Uil hanno aggiunto un elemento innovativo ovvero quello di vaccinare non solo i dipendenti, ma anche i familiari, dopo aver vaccinato le categorie prioritarie e i fragili “.

È quanto afferma Giovanni Sgambati, segretario generale della UIL Campania, a margine dell’incontro tenutosi ieri a Palazzo Santa Lucia.

L’accordo è stato siglato dal presidente della Regione, Vincenzo De Luca, dal presidente Confindustria Campania, Vito Grassi e dai tre segretari generali di Cgil, Cisl, Uil Campania, Nicola Ricci, Doriana Buonavita e Giovanni Sgambati.

“E’ un accordo importante – sottolinea Sgambati- lo strumento essenziale per mettere in sicurezza i lavoratori, i cittadini e far ripartire l’economia. Dopo le categorie fragili e gli anziani, passando per le categorie cosiddette economiche e quelle legate al rilancio del turismo, possiamo sperare di poter ritornare gradualmente alla normalità e superare questo periodo complicato e difficile”.

“Tutto questo è possibile – conclude – solo se arrivano i vaccini nella nostra regione”.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*