Continuano le somministrazioni del richiamo del vaccino anti-Covid ai medici, infermieri e operatori sanitari presso l’ospedale “Luigi Curto” di Polla. Un segnale importante e la garanzia di una protezione nella lotta al virus per chi da mesi si batte in prima linea per salvaguardare soprattutto la salute dei pazienti e dei cittadini.

Sono diversi, dunque, in questi giorni i dipendenti in forza al “Curto” che risultano “coperti” dal vaccino Pfizer per aver ricevuto la dose di richiamo, così come previsto per questa campagna vaccinale. Se le operazioni andranno avanti in maniera regolare e continua come finora è avvenuto si stima di poter iniziare la vaccinazione dei cittadini (gli anziani della prossima fase) già nei primi giorni di febbraio.










Ovviamente in questi giorni la Campania, così come l’intero Paese, è preoccupata per l’annuncio dei ritardi nell’arrivo delle dosi da parte dell’azienda produttrice. Lo stesso Viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, ieri ha annunciato che forse la somministrazione agli over 80 potrebbe iniziare con qualche settimana di ritardo.

L’auspicio è che il gap venga presto colmato e che si recuperi velocemente il tempo perso per poter portare a termine in pochi mesi l’intera campagna vaccinale, così come preannunciato anche dal Presidente della Regione, Vincenzo De Luca.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*