Anche l’impegnativo 2021 volge al termine. Si tratta del secondo anno di pandemia ed il quadro che emerge è ancora in chiaroscuro, complice anche la nuova emergenza legata alla variante Omicron. Il 2021 è stato caratterizzato da grandi speranze e aspettative grazie al vaccino anti-Covid che ha reso possibili anche nel Vallo di Diano una notevole riduzione dei contagi e la ripresa in tranquillità delle varie attività. Le inaugurazioni dei centri vaccinali a Sassano, Teggiano, Sala Consilina, Caggiano e in una prima fase anche presso l’ospedale di Polla rappresentano senz’altro uno dei momenti più importanti dell’anno. Importante anche la chiusura del reparto Covid del “Curto” di Polla: a tal proposito non si dimenticano le vittime valdianesi che purtroppo il virus ha strappato all’affetto dei loro cari.

Il 2021 è stato caratterizzato anche dalla cronaca: ha portato via in modo tragico il giovane Daniele Perrupato di Montesano sulla Marcellana, morto in un incidente stradale ed il 33enne Giuseppe Lupo, schiacciato dal trattore a Caggiano. Dolore anche per la morte di Dora Lagreca, giovane donna di Montesano precipitata dal balcone di un’abitazione a Potenza: una vicenda ancora oscura sotto alcuni aspetti e che vede indagato per istigazione al suicidio il fidanzato. Lutto anche per le scomparse di Chiara Pepe e Vincenzo Garone, due giovani originari di Montesano che hanno perso la vita in modo tragico.

A livello politico-amministrativo sono state elette due nuove Amministrazioni comunali nel Vallo di Diano: a Montesano è stato riconfermato sindaco Giuseppe Rinaldi, così come a Teggiano per Michele Di Candia. Cambi di rotta a Padula e Monte San Giacomo: Michela Cimino e Angela D’Alto, dopo un burrascoso epilogo amministrativo nelle precedenti Amministrazioni, hanno conquistato lo scranno municipale. Un 2021 che nel Vallo di Diano, dunque, ha portato anche un segnale positivo per quanto concerne la presenza di donne nei ruoli politici di primo piano.

Cambio anche ai vertici delle Forze dell’Ordine: il Capitano Roberto Bertini è giunto al posto del Capitano Paolo Cristinziano alla guida della Compagnia Carabinieri di Sala Consilina. Anche qui si registra un bel segnale: al comando della Stazione di Montesano sulla Marcellana è arrivata il Maresciallo Alessia Pescuma. Per la prima volta, infatti, il Vallo di Diano vede la presenza di una donna al comando di una Stazione dei Carabinieri.

Cambio anche nella Sanità: il dottore Luigi Mandia ha salutato la dirigenza dell’ospedale “Curto” di Polla mentre il dottore Claudio Mondelli quella del Distretto Sanitario 72 Sala Consilina- Polla. Entrambi sono stati sostituiti dal dottore Pasquale Vastola (l’Asl Salerno con un atto aziendale ha unificato la Direzione Sanitaria del Distretto con quella del presidio ospedaliero di riferimento).

L’anno in conclusione conta anche temi di attualità e tra questi è presente l’Alta Velocità che potrebbe fermarsi anche nel Vallo di Diano. C’è sul tavolo un’ipotesi che riguarda una fermata tra Atena Lucana e Sala Consilina. Il progetto di Rete Ferroviaria Italiana ha individuato il Vallo di Diano come percorso per i treni veloci verso Basilicata, Calabria e Sicilia. La vicenda continua a destare notevoli polemiche con il Cilento ed il Lagonegrese circa l’ubicazione della fermata.

Notizia curiosa del 2021 (pur non riguardando il Vallo di Diano) è stata quella della Spigolatrice sul Lungomare di Sapri, la statua bronzea realizzata dall’artista Emanuele Stifano e voluta dalla Fondazione Grande Lucania, dal Comune e dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni per richiamare alla memoria la lavoratrice dei campi protagonista della poesia di Luigi Mercantini ispirata alla fallita “Spedizione di Sapri” di Pisacane. Le forme audaci sono state giudicate sessiste ed hanno contribuito ad innescare polemiche anche a livello nazionale.

Per lo sport il 2021 conta la prestigiosa promozione in serie A2 dell’ASD Sporting Sala Consilina, formazione di calcio a cinque. Orgoglio, invece, per i prestigiosi traguardi conseguiti da Giuseppe Bonito, regista di Sala Consilina che ha conquistato il David di Donatello come migliore sceneggiatura per il film “Figli”. Il talento salese, inoltre, continua a ricevere apprezzamenti anche per il recente film “L’Arminuta”.

E per finire, la Banca Monte Pruno emerge come prima Banca al Sud con un “MF Index” pari al 7,30, il cui dato è stato riportato  sull‘Atlante delle Banche Leader 2021 dalla prestigiosa rivista MF Mercati Finanziari/Milano Finanza, confermandosi un’eccellenza nel mondo del credito cooperativo nazionale.

Come sempre, a Capodanno, oltre ai bilanci c’è spazio per i buoni propositi: coltiviamo positivamente la speranza di potervi raccontare un anno migliore. Auguriamo un nuovo anno fatto di ripartenza e salute ma anche di prosperità e sicurezza. Buon 2022!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano