Giornata intensa di emozioni a Tito per il matrimonio di Tonya Giosa e Domenico Di Capua, i due volontari lucani che si sono conosciuti durante i soccorsi post terremoto ad Amatrice l’anno scorso, e che oggi si sono uniti in matrimonio.

Tonya, di Tito, e Domenico, di Pietragalla, hanno proclamato il loro fatidico “sì” dopo l’amore nato, così come a loro piace sottolineare, “dalle macerie”. La loro storia, dopo aver richiamato l’attenzione anche dei principali quotidiani italiani, ha richiamato l’attenzione delle telecamere del programma di Rai Uno “La Vita in Diretta”.

La giornalista Giovanna Savini si è prima recata a Tito, e poi a Vietri di Potenza, dove in un ristorante erano in corso i festeggiamenti del matrimonio. Durante il collegamento è stata presentata la bomboniera, una casetta realizzata con le macerie di Amatrice.

Un matrimonio quindi nato dalle macerie, trasformato poi in solidarietà. Infatti il ricavato di una raccolta fondi delle bomboniere sarà devoluto all’associazione “Amici di Saletta”, frazione di Amatrice distrutta dal sisma. Ricavato che aiuterà alla realizzazione di un progetto che si pone l’obiettivo di alimentare un messaggio di speranza per chi ha perso tutto.

Tonya e Domenico hanno trascorso una settimana nelle zone terremotate. La scintilla dell’amore sta in un abbraccio di Domenico, il 10 settembre 2016, quando la volontaria titese aveva bisogno di sfogarsi con qualcuno. E trovò in quel qualcuno l’abbraccio di Domenico. Che era lì, quasi ad aspettare. Da qui la promessa di condividere una vita insieme.

– Claudio Buono –


  • Articolo correlato:

11/12/2017: “Il nostro amore è nato dalle macerie”. La storia di Tonya e Domenico, volontari lucani ad Amatrice

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*