Questa mattina nella Sala della Limonaia della Certosa di Padula si è riunita la Commissione per la valutazione del marchio DE.CO. richiesto dall’ Associazione di promozione sociale “L’Aquilone” per le “Polpette della mietitura padulese”.

“Il marchio DE.CO. – dichiara l’assessore alla Cultura Filomena Chiappardoviene attribuito dall’Amministrazione comunale. Nel 2018 è stato approvato in Consiglio comunale il regolamento, poi abbiamo indetto un concorso di idee per il logo che identificherà tutti i prodotti e oggi si è riunita la commissione che ha esaminato la polpetta della mietitura”.

La commissione era composta da Rosanna Raimondo giornalista di Ondanews.it e referente Slow Food del Vallo di Diano e Tanagro, Giuseppe Salvati cuoco del ristorante Villa Cosilinum, Giuseppe Comuniello assessore del Comune di Padula, Beniamino Curcio, agronomo e Presidente del Consorzio di Bonifica Vallo di Diano e Tanagro, Francesca Pellegrino, giornalista,  Francesco Ferrigno, Presidente delle imprese salernitane.

“Con la nostra associazione abbiamo cercato di privilegiare le tradizioni locali – afferma Maria Formentin la curiosità di ricercare gli usi e i costumi ci ha indotto a chiedere alle persone più anziane cosa mangiavano. Da qui è nata l’idea di preparare i piatti che ci avevano tramandato per non perdere le tradizioni”.

L’attribuzione del marchio DE.CO. è un’occasione per sostenere chi ha il coraggio di investire sulla tradizione del proprio territorio e puntare sul connubio turismo e agricoltura di qualità.

– Elena Francesca Comuniello –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*