5 thoughts on “Tumore dell’utero. Il ginecologo Francesco de Laurentiis: “Prevenzione in aumento, ma non basta”

  1. In perfetta sintonia con quanto esposto dai validi colleghi!!
    A conferma ke solo la sinergia tra operatori può avere il sopravvento su varie patologie che spesso riconoscono nella loro genesi la multifattorialita’!
    Uniti si vince!!!

  2. Vorrei aggiungere, alla discussione del Dr DE LAURENTIS e del sig. CONO, che tra gli operatori sanitari si sta facendo strada la necessità di allargare ed eventualmente garantire la vaccinazione da papilloma- virus al sesso maschile.
    Questo perché i dati ha disposizione documentano come una buona percentuale dei carcinomi del distretto Oro-Faringeo riconoscono una eziologia virale .
    Buon lavoro
    Dr Angelo Gallo

  3. Assolutamente d’accordo nel proporre il pap test nelle donne dai 25 anni di vita non vaccinate in attesa che la campagna vaccinale non raggiunga la cosiddetta ”immunita’ di gregge”.Cono Vertucci.

  4. Premessa la mia favorevolissima propensione per le vaccinazioni ma , purtroppo , in questo caso non può,almeno per ora, essere considerata una valida alternativa allo screening di massa in quanto elitaria (perchè riservata dal 2008 alle sole 11nni) e la reale efficacia tutta da validare , in quanto occorre che trascorrano almeno 25 -35 anni dall’inizio della campagna vaccinale;tempo minimo ma necessario per riscontrare la persistenza della memoria immunologica ed inoltre che ci sia stata la “cross reaction” con gli altri sottotipi non contenuti nel vaccino
    (degli oncogeni contiene solo il 16 e 18 che sono i più frequenti ma nn gli unici -120 sottotipi di cui 40 pericolosi x i genitali).Allo stato dell’arte il gold standard della prevenzione di massa è e rimane il pap test integrato con l hpv test nei casi suscettibili di detto completamento diagnostico .

  5. Ricordiamoci,anche, sempre che la vera prevenzione resta la vaccinazione antiPAPILLOMAVIRUS offerta gratuitamente dal SSN in tutte le ragazze dodicenni e nel prossimo futuro nei ragazzi.Cono Vertucci.

Comments are closed.