Si cerca ancora il terzo sub Silvio Anzola, che ha perso la vita nei cunicoli della grotta della Scaletta a Palinuro, insieme a Mauro Tancredi e Mauro Cammardella a seguito di un’immersione didattica, venerdì mattina, nelle acque di Cala Fetente. 

Erano partiti in dodici ma intorno alle 12.30 è stato lanciato l’allarme: tre mancavano all’appello.

Ieri sono stati recuperati i corpi di Mauro Tancredi e Mauro Cammardella, che ora si trovano presso la camera mortuaria dell’ospedale di Vallo della Lucania.

Il procuratore capo Giancarlo Grippo, del tribunale di Vallo della Lucania ha disposto, in accordo con il sostituto procuratore Vincenzo Palumbo, il sequestro di tutta l’attrezzatura delle vittime.

Al vaglio degli inquirenti ci sono infatti i computerini che i sub portavano al polso, i respiratori, le bombole e le mute che avevano con sé i subacquei al momento della tragedia. Tutto sarà analizzato dagli esperti per ricostruire la dinamica della vicenda.

Le attività di recupero sono coordinate dalla Capitaneria di Porto diretta dal tenente di vascello, Andrea Palma. Sul posto anche il medico legale Adamo Maiese per effettuare un primo esame esterno dei cadaveri e il comandante provinciale dei vigili del fuoco, Emanuele Franculli.

– Tania Tamburro – 


  •  Articoli correlati

19/08/2016 – Tragedia a Palinuro. Tre sub morti dopo un’immersione

20/08/2016 – Tragedia Palinuro. Tre sub accomunati dalla passione per il mare e per le immersioni

21/08/2016 – Tragedia Palinuro. Recuperati i corpi di due sub


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*