Si è tenuta ieri sera, presso il complesso della SS. Pietà di Teggiano, la presentazione del libro a cura di Antonio Marrone “Antonio Innamorato. Un politico coraggioso”. L’evento, al quale ha preso parte in video conferenza Stefania Craxi, ha attirato l’attenzione di molte persone che, ricordando la figura del senatore teggianese, sono intervenute all’incontro.

Il libro racconta la biografia politica di Antonio Innamorato, socialista che, durante la sua carriera politica, ha ricoperto il ruolo di sindaco di Teggiano, Presidente della Provincia di Salerno e Senatore del collegio Sala Consilina-Vallo della Lucania. Un politico coraggioso che, come ha dichiarato il sindaco di Teggiano, Michele Di Candiaha adottato un modello di politica contrassegnato da un forte attaccamento al territorio. Si tratta di una politica rara che oggi manca soprattutto tra i giovani. Antonio Innamorato, con il suo modo di fare, ha indicato ai ragazzi uno stile di vita da seguire. La sua indole altruista si manifestava nelle sue relazioni politiche sia a livello locale che nazionale. E’ stato un uomo coraggioso ma anche uomo di bontà che ha lasciato un esempio ed un ricordo indelebile“.

Il libro di Antonio Marrone non si limita ad una semplice biografia ma racconta e mette in risalto la storia collettiva della comunità del Vallo”, ha invece riferito don Andrea La Regina. 

Antonio Innamorato rappresenta la storia del partito socialista del Vallo di Diano che, con Quaranta, Ritorto, Raffone, e tanti altri, ha contribuito a scrivere una pagina di storia indimenticabile per la nostra terra” ha dichiarato nel suo intervento il sindaco di Monte San Giacomo Angela D’Alto.

La vicenda politica del senatore Antonio Innamorato è la realtà di un uomo che, come ha riferito il professore Carmine Pinto, credeva fermamente nell’ideale socialista in grado di formare delle comunità politiche dove la politica era uno strumento utilizzato per costruire relazioni umane. Ha dato origine a qualcosa di più potente: un legame politico comune che al giorno d’oggi non esiste più”.

Il libro propone la storia di un personaggio che si è contraddistinto non solo per la sua figura politica, ma anche come formatore.

Oggi mancano i formatori. – ha riferito il giornalista Eduardo Scotti – Mancano le figure che stanno vicino alle persone, che si prendono cura della comunità. Mancano gli educatori. Antonio Innamorato era tutto questo, era un formatore. Era indispensabile alla vita politica e alla gente del suo territorio. Era una figura amata da tutti, da qualsiasi ceto della società“.

In conclusione, l’evento è stato completato dall’intervento di Antonio Marrone che ha simbolicamente regalato una copia del libro a Michele Di Candia con l’augurio che possa portare avanti una linea politica integra seguendo le orme di Antonio Innamorato. “Nelle pagine di questo libro palpita un’anima, si agita un fantasma che con i suoi gloriosi ricordi e le sue ferventi aspirazioni, ricorda il popolo del Vallo Di Diano. Questo c’è nelle pagine del mio libro. E’ Antonio Innamorato che parla, non sono io” ha dichiarato orgoglioso l’autore che, con una nota nostalgica, ha ricordato la memoria di un uomo che non potrà mai essere scalfita dal tempo.

All’incontro, moderato dal Presidente dell’Associazione Giornalisti del Vallo di Diano, Rocco Colombo che ha portato anche i saluti del Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli,  hanno preso parte, tra gli altri, anche il consigliere comunale Conantonio D’Elia, il magistrato Michele Oricchio e l’editore Giuseppe Galzerano. Presente anche il segretario dell’Associazione Giornalisti del Vallo di Diano, Pierino Cusati. Infine, hanno partecipato gli ex sindaci di Teggiano Vito De Nigris, Paolo Gallo, Francesco D’Elia, Rocco Cimino e gli ex consiglieri provinciali Vincenzo Pinto e Angelo Paladino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano