Prove tecniche di trasmissione. Per i consiglieri di maggioranza eletti nella lista RinnoviAmo Diano, quella di ieri è stata una giornata fitta di colloqui “tra le parti”, nel tentativo di trovare spiragli per la cucitura di uno strappo che, altrimenti, porterebbe dritto ad elezioni anticipate ed al commissariamento del comune di Teggiano.

Deluso, però, chi si aspettava la fumata bianca anche se la strada della diplomazia non si è affatto bloccata. Dopo un pre-vertice dei consiglieri di maggioranza Mario Ubaldo Trezza, Lisa Babino e Sonia Marino che hanno costituito un gruppo autonomo all’interno della maggioranza, c’è stato il successivo incontro con il sindaco Rocco Cimino.

Incontro costruttivo” è stato definito dai bene informati, anche se le distanze restano. Si punta alla mediazione, anche per dare risposte ad una importante fetta di elettori che non sta comprendendo il perché di questa strana crisi.

Alle elezioni del maggio del 2014 gli elettori premiarono con circa 700 voti di scarto sulla lista concorrente la formazione guidata da Rocco Cimino e quello che sembrava l’inizio di una nuova era politica a Teggiano si è rivelata, ben presto, una strada irta di difficoltà e problemi. Di errori ne sono stati fatti tanti, evidentemente, da tutte le parti. Errori dovuti all’inesperienza, probabilmente, alla voglia di fare e di strafare ma, si spera, tutti commessi in buona fede, nel tentativo di dare il massimo, da parte di tutti, per il bene della collettività.

Quello che la maggior parte dei cittadini si augura, ora, è che tutti quelli che hanno avuto il privilegio di essere votati per dare un governo al paese riescano a trovare “la quadra”, magari facendo tutti qualche passo indietro, a resettare tutto ed avere la forza ed il coraggio di ripartire da zero, mettendo da parte vecchi rancori, risentimenti e presunte posizioni e presunte rendite. Se non ne saranno capaci non resta che alzare bandiera bianca e dichiarare a tutti il loro fallimento. Ovviamente ne uscirebbero tutti sconfitti. Tutti in egual misura, a cominciare dal sindaco Cimino e per finire all’ultimo degli eletti.

– redazione – 


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano