Anche il Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro Mons. Antonio De Luca ha voluto mostrare la sua vicinanza e la solidarietà al Dirigente Scolastico dell’Istituto di Istruzione Superiore di Teggiano Maria D’Alessio, dopo i fatti registrati al Liceo Artistico, che hanno visto coinvolto un docente di discipline pittoriche dare uno schiaffo ad un alunno. Questa mattina infatti, Padre Antonio De Luca si è recato presso la sede di via San Biagio per incontrare di persona il Dirigente scolastico.

Il mio gesto – spiega – ha inteso esprimere il sostegno della nostra chiesa di Teggiano Policastro a tutta la scuola nel suo insieme, ai ragazzi ed alle loro famiglie perché ritengo che quanto sia avvenuto ci debba far riflettere. Questa pandemia ha ferito tanti corpi e tantissime persone hanno perso addirittura la vita. Vorrei, però, anche segnalare che il Covid ha ferito anche l’anima. Ci ha toccato dentro. Ci sentiamo, al momento, dei sopravvissuti ad una grande crisi sanitaria, sociale ed ambientale nella quale siamo però chiamati a svolgere un ruolo il cui comune denominatore risiede proprio nella sfida educativa. Siamo tutti mobilitati per una risposta che possa essere capace di offrire prospettive, mete, verifiche e dignità a chiunque si mette in gioco per sostenere questa sfida educativa, per garantire una proposta di umanità connotata dal rispetto e dall’attenzione verso quelle grandi problematiche legate all’umanità”.

Purtroppo – continua il Vescovo – quando succedono casi così gravi come quello che è successo nella scuola di Teggiano, non esistono vinti o vincitori. In qualche modo siamo tutti dei vinti, per il degrado delle relazioni, perché i ragazzi non si sentono fondamentalmente rispettati e non si fidano degli adulti, non si sentono ascoltati, perché rivendicano un protagonismo sociale che li vedano coinvolti nei processi e quando succedono forme di derive così eclatanti, non ci sono dei vincitori. Siamo tutti dei vinti. Tutti, però abbiamo bisogno di rialzarci, rimetterci in cammino e ripristinare le condizioni ottimali per garantire ai nostri giovani e alle agenzie educative tutti gli strumenti che possano aiutare a rispettare il bene comune e la salvaguardia del Creato, senza cadere in nessuna forma di discriminazione”.

Messaggi solidarietà e di vicinanza alla Preside D’Alessio sono giunti in queste ore da parte di rappresentanti delle istituzioni sia locali che provinciali e regionali. Intanto, in attesa delle decisioni che saranno prese anche in seguito alla visita ispettiva che avrà luogo domani mattina da parte dell’USR della Campania, il docente che si è reso autore del gesto nei confronti dello studente è stato sostituito nelle attività di docenza.

 –  redazione –


  • Articolo correlato:

7/10/2020 – Teggiano: docente del “Leto” dà uno schiaffo ad un alunno. I compagni lo riprendono in un video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.