Leto for Future” è il titolo della cerimonia che ha avuto luogo questa mattina, presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “Pomponio Leto” di Teggiano, dove è stata inaugurata la casa dell’acqua. Il “Public Water Point” è una fontana posizionata al primo piano della scuola che ha lo scopo di ridurre sensibilmente anche il consumo delle bottigliette di plastica.

Prima del taglio del nastro, alunni e docenti si sono ritrovati nell’Aula Magna “Sen. Antonio Innamorato” per una presentazione del progetto in modo da far comprendere l’importanza dell’iniziativa. I lavori sono stati coordinati dal Prof. Rocco Colombo che è stato accolto con una standing ovation da parte degli studenti e dei docenti, in qualità di ex Dirigente della scuola superiore di Teggiano.

La funzione della scuola è sensibilizzare le nuove generazioni verso quelle che sono le tematiche fondamentali – ha commentato la Dirigente Maria D’AlessioGli studenti di questo territorio saranno cittadini del mondo. Il progetto coniuga il locale e il globale”.

Sono intervenuti, inoltre, il consigliere comunale di Teggiano Rosa Cimino, l’imprenditore Cono De Paola, la biologa e nutrizionista Roberta Vigna e Alessia Del Pomo della FoSaPa.

L’installazione di questa fontana è stata possibile grazie all’enorme contributo dell’associazione S.A.N.I. di Sant’Arsenio. “La scuola è lo strumento attraverso il quale costruirete il futuro ma è anche lo strumento che vi permette di difendervi e fare scelte consapevoli – ha dichiarato il presidente Riccardo MarmoIngerite dell’acqua attraverso l’utilizzo di bottigliette di plastica. L’acqua viene a contatto con il contenitore e quest’ultimo rilascia tracce della sua presenza. Ogni volta che si apre e si chiude una bottiglietta vengono rilasciate delle microplastiche. Queste danneggiano lo stato di salute. L’iniziativa ha un grande significato, vi stiamo dando un segnale”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente della Comunità Montana Vallo di Diano Raffaele Accetta che ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento delle scuole nelle problematiche del territorio. Presente anche Aldo Rescinito in rappresentanza della Banca Monte Pruno.

Abbiamo sempre l’idea che a scuola bisogna stare tra i banchi e studiare – sostiene il presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni Tommaso Pellegrino –  Quando liquidiamo con superficialità i nostri giovani dicendo che non sono attenti, la colpa è nostra che non siamo capaci di utilizzare il loro linguaggio. La scuola viva è capace di aprirsi al territorio e conoscerne le problematiche. Plastic Free non è solo uno slogan ma un modo per far capire come tutelare l’ambiente ed il Pomponio Leto è all’avanguardia anche in questo percorso”.

I 30 ragazzi che hanno partecipato al progetto hanno avuto in regalo la bottiglietta in alluminio con il marchio del Parco.

– Annamaria Lotierzo –

Teggiano: al "Pomponio Leto" inaugurata la casa dell'acqua per ridurre l'uso delle bottiglie di plastica

Teggiano: al "Pomponio Leto" inaugurata la casa dell'acqua per ridurre l'uso delle bottiglie di plastica

Pubblicato da Ondanews.it su Martedì 19 novembre 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*