Il Pubblico Ministero ha accolto la nostra istanza di modifica del capo di imputazione da disastro semplice a disastro ambientale ed in questa prospettiva, oltre ad un aumento considerevole delle pene previste, si mette finalmente la tutela del bene ambiente al centro del procedimento giudiziario“.

Così gli esponenti del Movimento 5 Stelle lucano, Gianni Perrino, Gianni Leggieri, Mirella Liuzzi e Vito Petrocelli, evidenziano l’accoglimento della loro istanza da parte del pm sullo sversamento di greggio dal Centro Olio Val d’Agri di Viggiano.

Si apre la possibilità anche per le associazioni ambientaliste e a tutela della salute di poter far sentire in maniera più incisiva la propria voce – affermano i consiglieri regionali -. Ringraziamo gli avvocati Leonardo Pinto, Francesco Chita e Antonio Digioia per il supporto legale e lo scrupoloso studio del corposo fascicolo scaturito da un nostro esposto, confidando in un sereno prosieguo del procedimento giudiziario”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano