gianni pacielloÈ stato condotto nel carcere di Potenza dai Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, agli ordini del Capitano Davide Acquaviva, Gianni Paciello, il giovane di Sassano condannato a 10 anni e 4 mesi di reclusione per omicidio colposo plurimo aggravato e guida in stato di ebbrezza.

Paciello il 28 settembre del 2014 aveva travolto ed ucciso con la sua auto quattro ragazzi, tra cui anche suo fratello, davanti al bar “New Club 2000” a Silla di Sassano, guidando a circa 150 km orari nei pressi del senso rotatorio nella frequentata frazione ai piedi di Sassano.

Vittime del tragico impatto il fratello Luigi di 15 anni, i due fratelli Nicola e Giovanni Femminella, di 22 e 26 anni, e Daniele Paciello di 14 anni.

Nella serata di martedì la Corte di Cassazione si è espressa rigettando il ricorso presentato dalla difesa di Paciello e confermando la pena del primo e del secondo grado di giudizio.

Oggi il giovane è stato condotto nella casa circondariale lucana dopo aver trascorso gli ultimi anni in una struttura protetta.

Oltre alla pena della reclusione sono state applicate le pene accessorie dell’interdizione perpetua dai pubblici uffici nonché la sospensione della patente per 5 anni.

– redazione –

5 Commenti

  1. Nessuna condanna potrà riportare le giovani vittime ai loro cari, meglio tacere. E’ stata una tragedia troppo grande, pregare e non infierire.

  2. A Provenzano 10 ergastoli a Pac iello 10 anni secondo voi e giusto a paciello almeno un ergastolo gli dovevano dare

    • Matteo Vitale says:

      non c’è cosa peggiore del giustizialismo becero e ignorante…e oggi c’è ne è sembra in abbondanza in giro…. ma qualcuno si è mai chiesto se un giovane ragazzo come Gianni…uno come tanti…. voleva uccidere il fratello? ciò che è capitato a lui poteva tranquillamente capitare ad uno di noi….

      • Giusto e poi vorrei aggiungere che non ha avuto l’ergastolo ma si è condannato a morte da solo … pensate che possa mai avere pace pensando a suo fratello ?

  3. Poco….troppo poco

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*