Immagine di repertorio

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Capaccio – Foce Sele, a seguito dell’intensificazione dei controlli mirati alla tutela del territorio, nello specifico sulla regolarità degli stabilimenti balneari, sono intervenuti in località Varolato del comune di Capaccio Paestum. 

I militari hanno accertato che 4 stabilimenti erano sprovvisti dell’autorizzazione, prevista dall’art. 146 del D.Lgs. n.42/2004 per l’installazione delle strutture amovibili presenti, e del nulla osta previsto dall’art. 13 della L. 394/1991, in quanto aree rientranti nella perimetrazione della Riserva Naturale “Foce Sele – Tanagro”.

Inoltre, le opere realizzate, risultavano traslate rispetto a quanto previsto nella concessione, andando così ad occupare abusivamente una zona demaniale gravata da usi civici e una zona classificata come “E3” (divieto assoluto di edificazione) nel PRG (Piano Regolatore Generale) del Comune di Capaccio Paestum.

Alla luce di quanto accertato, quindi, i Carabinieri hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria i titolari degli stabilimenti balneari e successivamente, a seguito di disposizioni emesse dall’A.G. stessa, hanno sequestrato due degli stabilimenti interessati dalle opere illecite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*