Nel testacoda tra Sporting Sala Consilina e Lupe Pompei non poteva finire diversamente e al triplice fischio la differenza di valori in campo è emersa in modo evidente.

Per cui il risultato finale che ha visto la squadra cara al co-presidente Giuseppe Detta imporsi con un netto 9-0 è apparso il giusto epilogo alla contesa.

Nonostante le difficoltà legate alla vicenda Palazingaro che ha costretto la squadra ad allenarsi in strutture di fortuna e a giocare a oltre 100 chilometri nel Palasport di Pellezzano, i ragazzi del tecnico Foletto hanno impiegato solo una decina di minuti per mandare in archivio il match.

Dopo la prima rete di Cantieri, il quale ha sbloccato il risultato, la gara è stata tutta in discesa. E già la prima frazione chiusa sul 4-0 grazie ancora alle reti di Cantieri e alla doppietta di Zago, i giochi erano già scritti.

Nella ripresa è stato più che altro un proficuo allenamento e gli spettatori che si sono sobbarcati l’imprevista trasferta hanno potuto ammirare altre cinque reti con le griffe di Trezza e la doppietta di Tutilo, completata come detto da altre due reti di Cantieri. Per quest’ultimo alla fine sono state quattro le firme nello score dei marcatori.

Una vittoria che fa salire a quota 52 lo Sporting Sala Consilina che vanta anche un attacco atomico con 161 reti in 19 giornate, una media davvero da urlo.

In questa giornata non sono passate inosservate due momenti: il debutto dell’ultimo innesto Teles Michelon e il saluto di Ferreira, il quale in settimana lascerà Sala Consilina per ritornare in Brasile dove si sottoporrà all’intervento al crociato.

Intanto sono state posticipate la gare di Coppa Italia, fase nazionale, previste per febbraio a causa di un ricorso pendente in Abruzzo. Il Collegio di Garanzia dello Sport del CONI ha disposto il posticipo delle due partite al 17 e 24 marzo, per cui ci sarà più tempo per preparasi alla manifestazione tricolore.

Sabato 15 febbraio ad attendere lo Sporting Sala Consilina ci sarà l’insidiosa trasferta di Casavatore.

– redazione sportiva –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*