Sporting Sala Consilina. Il DS Daniele Campanelli:”Abbiamo allestito un roster per arrivare in serie B”









































Nello Sporting Sala Consilina un ruolo di primo piano lo ricopre il giovane grafico Daniele Campanelli, 32 anni di Padula, a cui il vertice societario ha deciso di affidare il prestigioso ruolo di Direttore Sportivo. E Campanelli con grande abnegazione ha deciso di accettare il compito pur consapevole dell’importante carica:”Ho iniziato a seguire il calcio a 5 fin da ragazzo e dalla scorsa stagione ho ricoperto un ruolo di supporto esterno nella formazione di serie C2, da cui poi ha preso corpo lo Sporting Sala Consilina dei co-presidenti Antonio e Giuseppe Detta, i quali hanno deciso di investirmi di quest’incarico. Sono consapevole che è un incarico complicato e difficile, che richiede energie e molto tempo, ma di certo non mi pesa perché a me piace tanto il Futsal. Inoltre voglio rimarcare il fatto che è bello operare con un gruppo dirigenziale di grande livello. Posso affermare senza tema di smentita che siamo riusciti a creare più che un team una vera e propria famiglia, cosa fondamentale per cercare di centrare i traguardi che ci siamo prefissati di raggiungere”.

  • Lo Sporting Sala Consilina è stata tra le protagoniste di mercato allestendo una squadra di prim’ordine. E’ stato difficile giungere a calcettisti così quotati?

La credibilità costruita negli anni dai Detta è stata sicuramente un biglietto da visita. Poi tutti, in particolare i brasiliani che hanno deciso di vestire la nostra casacca, sono rimasti entusiasti del progetto che gli abbiamo presentato ed i risultati in quest’inizio di stagione lo confermano”.

  • Lo Sporting Sala Consilina viene accreditata da tutti gli addetti ai lavori come la squadra da battere. E’ d’accordo?

A dire il vero noi non ci nascondiamo, inutile dire che puntiamo al massimo risultato per questo abbiamo allestito un roster in grado di farci compiere il salto in serie B, anche se ho detto ai ragazzi di avere sempre la giusta determinazione e concentrazione perché la serie C1 è un campionato difficile con formazioni altrettanto attrezzate per puntare allo stesso nostro obiettivo”.










  • Anche se il mercato al momento è chiuso pensa che possa esserci qualche altro colpo?

Diciamo che siamo al completo, ma siamo sempre vigili e se dovesse capitarci la grande occasione di certo non ce la lasceremo sfuggire”.

  •  L’unica nota stonata riguarda l’impianto che in caso di promozione non sarebbe a norma. Come ovviare a questa situazione?

Intanto pensiamo a centrare la vittoria del campionato, poi posso assicurare ai nostri tifosi che stiamo lavorando per risolvere il problema e penso che al 98% nella prossima stagione potremo disporre di un impianto in grado di ospitare la serie B e quindi non spostarci da Sala Consilina”.

– Gerardo Lobosco –





































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*