Buone notizie per i possessori di animali domestici: la legge di Bilancio 2021 prevede infatti l’aumento del tetto massimo per la detrazione IRPEF delle spese veterinarie sostenute durante l’anno per gli amici “a quattro zampe”.

Il limite di spesa che permetterà la fruizione della relativa detrazione sale infatti alla cifra di 550 euro. Bisogna però precisare che nel calcolo dell’effettiva cifra imputabile alla detrazione fiscale occorre sottrarre dal tetto massimo della detrazione (550 euro per il 2021) una franchigia pari 129,11 euro. Di conseguenza, chi sostiene spese entro il limite di quest’ultima non ha diritto ad alcuna detrazione. Il calcolo, infatti, parte solamente dalle spese eccedenti la franchigia e, come anticipato, entro la soglia massima di 550 euro.

L’importo complessivo da portare in detrazione verrà dunque calcolato applicando l’aliquota del 19% sull’importo complessivo delle spese. Pertanto l’importo massimo della detrazione sarà pari a 80 euro.

Le detrazioni saranno valide solo se le spese veterinarie saranno pagate con mezzi di pagamento tracciabili, dunque attraverso bancomat, carte di credito e versamenti bancari o postali. Mentre per
quanto riguarda l’acquisto di medicinali e di dispositivi medici, così come per le detrazioni per prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private e accreditate con il Sistema Sanitario Nazionale, non vi è l’obbligo di pagamento tracciabile.

Per info: www.studioviglionelibretti.it – info@studioviglionelibretti.it

Telefono: 0975/399004  Cellulare: 338/8122100

Vai alla RUBRICA DEL CONSULENTE – a cura dello Studio Viglione Libretti –

 

PUBBLIREDAZIONALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*