L’Istituto di Istruzione “Pomponio Leto” di Teggiano entra nella rete “CertiLingua Excellence Label of Plurilingual, European and International Competences” che nasce dall’iniziativa dei Ministri dell’Istruzione di diversi Paesi in ambito di cooperazione transfrontaliera e mira a soddisfare l’esigenza di una attestazione internazionale di supporto al plurilinguismo e alla mobilità degli studenti. Anche gli studenti dell’Istituto Superiore di Teggiano, quindi, da quest’anno saranno messi in condizione di ottenere il prestigioso attestato, che costituisce un elemento di valore aggiunto al Diploma di istruzione secondaria di secondo grado e garantisce trasparenza e comparabilità delle competenze maturate nei percorsi scolastici dei vari Paesi.

Rilasciato dall’Ufficio Scolastico Regionale, previa verifica da parte di un Comitato di Valutazione e Validazione nominato dal Miur, CertiLingua attesta la capacità del diplomato di interagire in un contesto internazionale in due o più lingue, oltre la lingua madre. CertiLingua, infatti, è un Attestato Europeo di eccellenza per competenze plurilingue e competenze europee-internazionali, destinato agli studenti dell’ultimo anno delle Scuola Secondaria di Secondo grado, che abbiano dimostrato capacità di interagire in contesti internazionali in due o più lingue straniere.

Per la nostra scuola è un traguardo davvero prestigioso – riferisce la Preside del “Leto” Maria D’AlessioI vantaggi, infatti, per chi riesce ad ottenere il prestigioso attestato, sono davvero tanti, sia in ambito universitario, sia in ambito lavorativo. Il Certilingua, infatti, dà la possibilità di essere esonerati dall’esame di lingua per l’ammissione ad alcune università internazionali, ma soprattutto agevola chi intende proseguire gli studi all’estero; in particolare per l’iscrizione nelle varie università europee è previsto un determinato livello di competenza linguistica che, per chi ha il Certilingua, non deve essere verificato. Questo attestato, inoltre, oltre che arricchire il curriculum, favorisce l’inserimento nel mondo del lavoro, costituendo un plusvalore nel contesto europeo essendo una certificazione riconosciuta ufficialmente in tutta l’Unione Europea, aprendo prospettive di impiego nel contesto europeo ed extraeuropeo per le quali multilinguismo, competenze interculturali e mobilità mentale sono caratteristiche irrinunciabili. A causa della presenza del Covid, il Ministero ha organizzato un evento internazionale on line con lo scopo di illustrare nuove possibilità di documentare le relazioni dei candidati Certilingua anche con brevi video e di suggerire varie modalità di interazioni interculturali a distanza.

Al Webinar, che si terrà il 10 febbraio, dalle 15,30 alle 17,30, prenderanno parte Max Bruschi, Capo Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione, Teresa Pasciucco, della Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici, l’Internazionalizzazione e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione, Silke Hinz, rappresentante del Dipartimento di Lingue presso il Ministero dell’Educazione della Renania Westfalia, Gisella Langé, Presidente-coordinatore Comitato di valutazione CertiLingua Italia. I docenti che prenderanno parte al Webinar sono, invece, Martin Teuber del Dipartimento Regionale dell’Educatione di Düsseldorf, Thomas Wegner, Docente di Inglese presso il Ginnasio di  Wuppertal, Elena Petruzio, docente di Lingua Inglese presso l’Istituto Tecnico Economico ‘Enrico Tosi’ di Busto Arsizio ed Alessandra Giglio, docente di Inglese e Tedesco presso il ‘Pomponio Leto’ di Teggiano”.

– redazione –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*