Scadenza imposta di bollo su fatture elettroniche 2° trimestre – a cura dello Studio Viglione Libretti



































Scade lunedì 22 luglio il termine per assolvere l’imposta di bollo sulle fatture elettroniche emesse nel secondo trimestre dell’anno, cioè nel periodo aprile-giugno 2019. Si ricorda brevemente che le fatture elettroniche, per le quali è obbligatorio l’assolvimento dell’imposta di bollo, devono riportare specifica annotazione di assolvimento dell’imposta ai sensi del Dm 17 giugno 2014. Per approfondimenti si rimanda all’articolo Marca da bollo sulle fatture 2019: ecco come si applica.

In generale, il pagamento dell’imposta di bollo del secondo trimestre 2019, in scadenza il 22 luglio, può essere effettuato nei seguenti modi:







  • mediante il servizio presente nell’area riservata del soggetto passivo Iva sul sito dell’Agenzia delle Entrate, con addebito su conto corrente bancario o postale;
  • utilizzando il modello F24 predisposto dall’Agenzia con modalità esclusivamente telematica oppure, per gli enti pubblici, con modello F24-Ep.

Per le modalità si rimanda all’articolo Fattura elettronica 2019: come pagare l’imposta di bollo.

Di seguito l’elenco dei codici tributo da utilizzare nel modello F24:

  • 2522 – imposta di bollo sulle fatture elettroniche – secondo trimestre;
  • 2525 – imposta di bollo sulle fatture elettroniche – sanzioni;
  • 2526 – imposta di bollo sulle fatture elettroniche – interessi.

Vai alla RUBRICA DEL CONSULENTE – a cura dello Studio Viglione Libretti –

PUBBLIREDAZIONALE



































Un commento

  1. Scusatemi, se vivo in Germania devo comunque emettere fattura elettronica?

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*