Con la relazione di fine mandato si è conclusa l’esperienza amministrativa di Tommaso Pellegrino come Sindaco di Sassano. Questa mattina l’ultimo Consiglio comunale nella nuova Aula consiliare in Piazza Umberto I.

Un primo cittadino uscente emozionato ma anche grato:”Ringrazio tutti coloro che in questi anni hanno collaborato con la nostra Amministrazione, tutti gli amministratori. Il mio in bocca al lupo a tutti i candidati alle prossime Elezioni Comunali“.

Abbiamo mantenuto il 98% degli impegni presi in questi 10 anni e questo è motivo di orgoglio – ha spiegato Pellegrino -. L’impegno a cui tenevo di più era quello di ridare dignità e centralità a Sassano e ora quando se ne parla lo si fa con rispetto. Abbiamo realizzato servizi utili, lasciamo i conti in regola e chi verrà dopo di me potrà programmare con serenità. Abbiamo messo in campo politiche importanti per i giovani e le famiglie, anche riqualificando le aree degradate, organizzando attività rivolte agli anziani e abbattendo le barriere architettoniche in tutte le opere pubbliche. Attenzione alle fasce più disagiate, ai bambini con l’asilo nido, alla scuola, abbiamo anche pianificato un nuovo plesso scolastico che sono certo si realizzerà. Abbiamo dato un’anima al nostro paese realizzando la biblioteca comunale, collaborato con il Centro Aretusa contro la violenza sulle donne, oltre a tante iniziative con il Forum dei Giovani e il Piano Sociale di Zona per venire incontro alle fasce deboli, la cittadinanza onoraria a Ottavio Lucarelli, Franco Roberti e Catello Maresca“.

Poi le infrastrutture realizzate:”I parcheggi nel centro storico, le varie piazzette intitolate, il rifacimento del Corso, l’Anfiteatro Terra Mia, il Cine Teatro Totò frequentato da artisti importanti, la riqualificazione di Palazzo Babino e Palazzo Picinni, tutti edifici alimentati con il fotovoltaico, i parchi giochi nelle varie frazioni. Attenzione straordinaria alla Villa Comunale di Silla, il depuratore tecnologicamente avanzato e il completamento della rete fognaria per cui abbiamo avuto 1.300.000 di finanziamento qualche giorno fa. Poi le strade, tutte sistemate, sia Provinciali che Comunali e gli interventi sugli acquedotti, il decoro del Cimitero, la pista ciclabile e il marciapiede da Silla a San Rocco“.

Attenzione all’ambiente e al ciclo dei rifiuti in due mandati targati Pellegrino ma anche “eliminazione degli sprechi, tasse tra le più basse del Vallo di Diano e agevolazioni fiscali per chi ha scelto di vivere nel centro storico“. Infine una buona notizia per i cittadini:”La rete del metano arriverà a Sassano grazie ad un recente accordo con una società che si sta occupando dei lavori nella vicina Teggiano“.

Presenti in Aula, tra gli altri, il Maresciallo Antonio Sirsi, Comandante della locale Stazione dei Carabinieri, Pietro Cusati, consigliere segretario dell’Associazione Giornalisti Amici del Vallo di Diano che ha portato il saluto degli associati.

In conclusione l’intitolazione di tre piazzette vicine alla nuova Aula Consiliare a tre Sindaci che hanno rappresentato momenti differenti del paese, lasciando tutti e tre il segno: Michele Trotta “don Lilino”, sindaco dal 1955 al 1966, il professor Andrea de Laurentiis, primo Presidente della Comunità Montana, e Vito Michele Priante, sindaco eletto nel 1947. Allo storico Preside Guglielmo Apicella, invece, è stata intitolata dal Consiglio comunale la Scuola Media. Mentre al Generale Giovanni Pizzi, che in Sardegna catturò il bandito Mesina, sarà intitolata la piazzetta nella località Santa Maria, dove mosse i primi passi e per Vincenzo Penna, soldato che ha lasciato la testimonianza della guerra, verrà realizzata un’altra piazzetta nel centro storico. L’area dietro la Chiesa Madre avrà il nome del Maestro Giovanni Rubino, padre della Banda musicale del paese, mentre nell’Area Industriale sarà intitolata una piazzetta ad Achille Frasca, storico imprenditore della Latte Silla.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*