Sassano centro della legalità. Conferita a Franco Roberti la Benemerenza in memoria di Paolo Borsellino Al Capo della Procura Nazionale Antimafia conferita anche la cittadinanza onoraria - Video e Fotogallery -



































Ieri pomeriggio, il paese delle orchidee ha ospitato il Procuratore Nazionale Antimafia ed Antiterrorismo Franco Roberti.

Presso la villa comunale “Paolo Borsellino” di Sassano, infatti, si è tenuto  il Consiglio Comunale con all’ordine del giorno il conferimento della “Benemerenza in memoria di Paolo Borsellino” al dottor Roberti, approvato dal consesso all’unanimità.

Al Capo della Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo è stata conferita anche la cittadinanza onoraria dal sindaco Tommaso Pellegrino.







Un momento di preghiera guidato dal Vescovo della Diocesi di Teggiano – Policastro Mons. Antonio De Luca ha preceduto il Consiglio Comunale. Il prelato ha ricordato tutte le vittime delle mafie e del terrorismo.

Alla cerimonia erano presenti numerose Autorità religiose, civili e militari, tra cui, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Salerno, il Colonnello Riccardo Piermarini, il Tenente della Compagnia Carabinieri di Sala Consilina Davide Acquaviva, il Procuratore della Repubblica di Lagonegro Vittorio Russo, il Vice Questore del Corpo Forestale Marcello Russo ed il Capo Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Sala Consilina Luigi Morello.

Giovanna Quagliano




 



































2 Commenti

  1. Roberto De Luca says:

    Ecco quanto affermato in una delibera consiliare come motivazione () del Premio Borsellino 2015: “Numerosi sono i riconoscimenti che gli sono stati conferiti. Ha partecipato a iniziative svoltesi nel nostro territorio sia di diffusione della cultura della legalità e sia di carattere sociale, stabilendo un importante legame con la Comunità di Sassano e del Vallo di Diano, che gli esprime sentimenti di stima e di profonda riconoscenza”(DGC n. 59 del 07-07-2015). Ed ecco quanto affermato da chi, molto meritatamente, ha ottenuto il Premio Borsellino 2016: “Vallo di Diano a rischio mafie, lo avevo previsto. Penalizzati da chiusura Tribunale”. È scoraggiante l’assenza di una sana e aperta critica.

  2. Tonino B. says:

    Stupenda iniziativa, una bella pagina per il nostro territorio, congratulazioni ai promotori.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*