Da Sassano al Ces di Las Vegas. Ciro Formisano, l’ingegnere che ha conquistato gli USA Il professionista valdianese ha ideato una soluzione innovativa per controllare la qualità dell'aria



































C’è un collegamento tra Sassano, il Vallo di Diano e il Ces 2017, la più importante fiera di elettronica di consumo che si tiene una volta all’anno a Las Vegas. Il fil rouge si chiama Ciro Formisano, un 41enne ingegnere elettronico residente a Sassano ma trasferitosi a Roma per lavoro, che dal 5 all’8 gennaio scorso ha presentato negli States in anteprima mondiale una soluzione innovativa per il monitoraggio e il controllo in tempo reale della qualità dell’aria e il comfort termico indoor.

I prodotti ProSense e ComfortKit sono appunto due dispositivi che controllano la qualità dell’aria e attraverso un’applicazione suggeriscono come porre rimedio nel caso qualcosa non vada bene. Sono prodotti da Airgloss, la società che Ciro ha fondato nel 2014 per rendere accessibile a chiunque la tecnologia che nel 2011 ha sviluppato per la NASA. L’ingegnere sassanese, infatti, in quell’occasione creò dei sensori per il controllo della qualità dell’aria sulla Stazione Spaziale Internazionale e partecipò alle operazioni di lancio dello Space Shuttle Endevour da Cape Canaveral.

Tutto è collegato – ci spiega – perchè da quel momento, su interesse dell’Agenzia Spaziale Europea, abbiamo cercato di trasferire quel tipo di tecnologia sul mercato per le famiglie. L’obiettivo è quello di portare l’innovazione nelle vite di tutti per controllare la qualità dell’aria, un problema che oggi è sempre più diffuso“.








A Las Vegas i dispositivi inventati da Ciro Formisano hanno colpito l’interesse di grandi aziende come Panasonic, Electrolux, Amazon, Osram e Bosch e il giovane professionista guarda già al mercato italiano dopo la fortunata parentesi statunitense. “Non è un progetto che nasce solo per fare business – dichiara – ma per dare una soluzione a un problema ancora oggi irrisolto. Vogliamo proseguire con altri prodotti della stessa linea e stiamo cercando di conquistare gli Stati Uniti. L’Italia viaggia con due anni di ritardo ma mostra già grande interesse verso la risoluzione del problema“.

– Chiara Di Miele –





































Un commento

  1. Ciro sei un grande , grazie per il lavoro che fai , è un grazie perche porti il buon nome italiano in giro per il mondo , fai crescere l’orgoglio di essere Italiani.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*